Cagli: La Flagellazione, detective story multimediale sull\'opera di Piero della Francesca

la flagellazione 3' di lettura 16/09/2008 - Una detective story multimediale sul capolavoro di Piero della Francesca La Flagellazione di Cristo andrà in scena sabato 27 settembre a Cagli (Palazzo Felici) e sarà replicata domenica 12 ottobre a Urbino (Oratorio delle  Grotte del Duomo), di volta in volta affidata ad attori diversi. La prima performance sarà interpretata da Franco Castellano, attore teatrale e televisivo. Successivamente sarà Anna Rita Ioni ad impersonare il ruolo del “conduttore/detective”.

Il progetto, che rientra nell’ambito delle iniziative “Umanesimo e Rinascimento nell’Appennino Centrale”, il Patto Territoriale S.I.L - Soggetto Intermediario Locale Appennino Centrale S.c.a.r.l., in collaborazione con Centro Teatro - Multimedia Marche e il sostegno di PiQuadro srl, intende a valorizzare le espressioni storico-artistiche del territorio, con un risvolto interpretativo anche attraverso l’uso dei linguaggi espressivi dalle Nuova Tecnologie dell’Arte.



L’originalità della proposta di approfondimento creativo sull’opera di Piero della Francesca volgerà uno sguardo sorprendente sull’opera del grande pittore sul piano narrativo e simbolico, nel rapporto coi suoi luoghi d’elezione attraverso modi e le forme dei nuovi linguaggi multimediali, fra racconto affabulatorio per parole e immagini e indagine storico-filologica. La performance spettacolare si basa sul volume di Dante Piermattei Piero e Urbino - “La Flagellazione”: metafisica di una morte annunciata (Edizioni Lavoro Editoriale, Ancona). Attraverso i significati nascosti di un\'icona di Urbino e del suo Palazzo Ducale l’autore (che nell’86 pubblicò su Piero La resurrezione cosmica, nel ’88 Congetture sulla Flagellazione) ricostruisce il clima raffinato del pensiero quattrocentesco alla corte di Federico da Montefeltro. Il dipinto rivela in questo modo le sue profonde radici nelle vicende urbinati del tempo, nei conflitti interni alla famiglia comitale e negli interessi astrologici ed ermetici di Ottaviano Ubaldini, alter ego di Federico. Piermattei è anche molto attratto dall’alchimia e dall’esoterismo presenti nel dipinto i cui segni sono affrontati nella seconda parte del volume (l’autore ha scritto anche nelle carte miniate del \'400 Tarocchi: i Trionfi del mazzo Visconti Sforza (1988) e sul Fabulario delle stelle, dal trattato astronomico di C.G. Hyginus (Sellerio, 1996).



L’ affascinante detective story che riporta simbolicamente Piero e il suo capolavoro a Urbino, sarà affrontata da Massimo Puliani e Alessandro Forlani che ne hanno curato la drammaturgia visiva, con montaggio video di Maurizio Failla. Sono altresì previsti incontri con Piermattei dedicati alle suggestioni esoteriche e alchemiche nella Flagellazione e congetture sull’enigma dell’opera di Piero. Protagonisti saranno valenti saggisti, giornalisti, esperti di comunicazione ed artisti contemporanei. E’ stata inoltre avviata la rassegna “Sguardi sui luoghi di Piero”: produzioni multimediali dedicate all’opera di Piero della Francesca. L’iniziativa intende promuovere l’attività e ricerca di giovani videomaker nell’ambito dell’arte digitale multimediale, del video e della fotografia. Il tema della rassegna invita i giovani autori a volgere un nuovo sguardo al territorio del Patto Territoriale come “set” di videoproduzione artistica. L’iniziativa proporrà nel mese di dicembre le videoproduzioni di videomakers delle Accademie di Belle Arti di Toscana, Umbria, Emilia Romagna e Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 settembre 2008 - 1455 letture

In questo articolo si parla di teatro, attualità, fano, Centro Teatro Marche, la flagellazione





logoEV
logoEV
logoEV