Disservizi postali, Ucchielli scrive ai ministri Scajola e Tremonti

palmiro ucchielli 1' di lettura 11/09/2008 - Chiesta la revisione delle decisioni assunte a fronte dei malumori espressi da cittadini e utenti.



Con riferimento ai provvedimenti degli ultimi mesi che hanno modificato l’erogazione dei servizi postali da parte di Poste Italiane Spa nel territorio provinciale, il presidente Palmiro Ucchielli ha inviato una lettera al ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola e al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti. “In analogia con quanto autorevolmente evidenziato dal presidente di Confcommercio Pesaro e Urbino Giancarlo Pedinotti – scrive Ucchielli – sono a richiedere un vostro intervento per la revisione delle decisioni assunte, a fronte degli ultimi pesanti e inaccettabili disservizi che hanno interessato, in particolare, le aree interne del nostro territorio”.


Disagi che, per il presidente della Provincia, non sono giustificati da interventi generali di razionalizzazione: “La sussistenza di tali servizi pubblici – evidenzia Ucchielli – non può essere legata esclusivamente a logiche di calcolo prettamente economico, del tutto incuranti dei numerosi malumori di utenti e cittadini, senza trascurare la ferma contrarietà espressami dai sindaci dei Comuni interessati dai provvedimenti di limitazione della funzionalità degli uffici”. Il presidente della Provincia auspica quindi la pronta risoluzione della problematica, “sicuro che l’obiettivo primario di Poste italiane sia la garanzia della qualità del servizio e la sua equa distribuzione tra aree urbane e periferiche”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 settembre 2008 - 1096 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, palmiro ucchielli, Provincia di Pesaro ed Urbino


logoEV
logoEV
logoEV


.