Marche blindate: Varotti (Confcommercio) replica alle dichiarazioni del presidente di RistorItalia

Amerigo Varotti Confcommercio Pesaro 1' di lettura 17/10/2020 - "Chiudiamo per 15 giorni i ristoranti delle Marche per poi essere certi di lavorare a Natale". Questa l'affermazione del presidente di RistorItalia Giorgio Andrea Ricci a cui segue la replica del direttore di Confcommercio Marche Nord Amerigo Varotti.

"Condivido la preoccupazione per il numero rilevante di positivi e per gli effetti dell'ultimo dpcm in merito agli orari di bar e ristoranti, non condivido l'affermazione di Ricci - così Varotti - Chiudere per 15 giorni le attività economiche per essere certi di lavorare è una fantasia, non c'è nessuna prova scientifica che ciò possa avvenire... anche perchè chiuso i ristoranti il mondo va avanti e non è detto che a Natale si possa lavorare"

"La cosa preoccupante che ha detto Ricci è 'chiudiamo le Marche per 15 giorni'. Fare diventare le Marche zona rossa, sperando in questo modo che il contagio non si diffonda, vuol dire far chiudere le fabbriche, le scuole, i voli aerei, bloccare tutto. Mi sembra una grandissima sciocchezza, in questo momento di difficoltà abbiamo bisogno di cose serie di aiuti economici e chiarezza da parte delle istituzioni. Abbiamo bisogno di tranquillizare i clienti e i turisti e non fare uscite demagociche che non hanno nessun supporto scientifico e che servono solo a fare confusione e male al reparto della ristorazione", conclude Varotti.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2020 alle 16:00 sul giornale del 18 ottobre 2020 - 2301 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, confcommercio pesaro, amerigo varotti, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byTK





logoEV
logoEV