Mascherine anche mentre si balla: ecco le proposte del Silb per la ripresa delle attività da ballo

2' di lettura 15/09/2020 - Presso la sede Confcommercio di Pesaro e Urbino, si è tenuto un incontro per mettere in campo alcune proposte, utili alla ripresa delle attività da ballo. Questa conferenza, è stata organizzata da Silb Flipe (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da ballo e di spettacolo) per fermare lo stop – delle discoteche – fino al prossimo 7 ottobre, deciso durante la conferenza Stato Regioni dello scorso 16 agosto.

Tanti i temi trattati e le proposte presentate dagli operatori. La misurazione della temperatura e il tracciamento del pubblico all’ingresso, rigidi controlli sul personale che è obbligato ad indossare la mascherina e disponibilità di gel igienizzante (già in vigore). Invece, di seguito, elenchiamo le proposte presentate nella mattinata odierna, durante l'incontro:

La mascherina da indossare sempre, anche mentre si balla e saranno presenti delle sanzioni – pesanti – per coloro che non rispetteranno le norme; la garanzia di un ricambio d'aria più frequente, rispetto alle precedenti norme. Inoltre, tra le misure proposte da Silb c'è anche il distanziamento - di un metro - e i balli di coppia consentiti solo ai coniugi. Infine, all'esterno dei locali, sarà possibile effettuare uno screening: quest'ultimo, magari, in collaborazione con la Regione e il riconoscimento delle responsabilità - individuale - dei clienti sul rispetto delle norme all'interno del locale.

"Oggi abbiamo fatto questo incontro con gli operatori dei locali e Francesco Baldelli, perchè vogliamo far conoscere le nostre difficoltà in questo momento - ha dichiarato Marco Arzeni, segretario Confcommercio Fano - . Ci sono diverse attività che da diversi mesi, purtroppo, sono chiusi e si ritrovano a non poter sopravvivere. Attualmente, in questa situazione di grande crisi, solamente le attività miste (ristorante e ballo) in qualche modo riescono ad andare avanti. Però, comunque, hanno bisogno di un sostegno concreto per poter ripartire. Ci sono aziende che offrono lavoro e creano indotti molto importanti e quindi, non possono permettersi di restare chiusi per molti mesi. Nell'incontro di oggi, noi semplicemente chiediamo di aprire nella massima sicurezza e nel rispetto delle regole, per esempio: l'accesso delle persone con l'obbligo di mascherine, gel per le mani e il distanziamento sociale"






Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2020 alle 11:30 sul giornale del 16 settembre 2020 - 1114 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, vivere pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bv4u





logoEV