Tutto facile per la VL, Virtus battuta ad Olbia: 104-60

Carpegna Prosciutto 3' di lettura 07/09/2020 - La Carpegna Prosciutto Pesaro torna a sorridere, imponendosi nettamente per 104-60 sulla Virtus Roma, nella gara valevole per la terza giornata del Girone D della Eurosport Supercoppa Italiana 2020. I biancorossi agganciano dunque Sassari a 4 punti in classifica - in attesa della gara serale tra il Banco di Sardegna e Brindisi -, ancora a secco la formazione allenata da coach Piero Bucchi, privata dei propri americani.

CRONACA

La Carpegna Prosciutto parte subito forte, aprendo con un parziale di 10-0 firmato Massenat-Tambone, la Virtus reagisce con Farley (1/2 dalla lunetta), Cervi e Campogrande, dimezzando il distacco: 10-5. Drell pesca il jolly da fuori, 1/2 dalla lunetta per Telesca, ma la Carpegna Prosciutto risponde ancora con Filloy (tripla) ed i liberi di Drell. Uomini di Repesa sicuramente più convincenti ed, al termine del primo periodo, la VL è avanti nel punteggio: 23-7.

Secondo quarto che si apre con Serpilli che trova il fondo della retina dall’arco, immediata la replica di Ticic. Per Pesaro Drell è in gran spolvero: l’estone cattura un rimbalzo e realizza, portando la VL a +15: 30-15. Ticic realizza entrambi i liberi conquistati, Filipovity a segno due volte da sotto, Farley e Cervi tengono a galla la Virtus. La Carpegna Prosciutto spinge sull’acceleratore, prima con Filipovity, poi con Tambone: è +24. Roma accorcia con la tripla di Ticic nel finale: al termine del secondo quarto il punteggio è di 51-27 in favore di Pesaro. I numeri del primo tempo biancorosso: gli uomini di Repesa a segno 10/16 da sotto (63%) e 8/22 da fuori (36%).

Una tripla sbagliata per parte, in avvio di terzo quarto, ad opera di Massenat e Campogrande, Robinson spezza la fase di stallo realizzando il canestro che vale il 53-27 Pesaro. Baldasso impeccabile da fuori, Drell corregge un rimbalzo offensivo, 2/3 per Cervi dalla lunetta: 57-35. Sequenza di triple da una parte e dall’altra, con Robinson, Baldasso e Tambone. Manovra rapida per la Carpegna Prosciutto, ma Zanotti viene meno sul più bello, poi guadagna un fallo nell’azione successiva: 2/2 per lui dalla lunetta. Baldasso si mette in proprio e, con un’ottima giocata, trova il fondo della retina, Drell è scatenato e va a segno da fuori, Zanotti guadagna ancora un fallo e realizza 1/2 liberi. Drell trova due punti in penetrazione, Zanotti ottiene un nuovo giro dalla lunetta: 1/2, poi corregge su rimbalzo offensivo. Il terzo quarto termina sul punteggio di 76-40.

Ultimo quarto che si apre nel segno della VL: tripla di Filloy, risponde Ticic, poi Drell porta i biancorossi sul +40. Campogrande non sbaglia da fuori, poi Serpilli a segno in penetrazione. 1/2 per Basso dalla lunetta, Drell schiaccia, poi sbaglia tre volte da sotto. Tripla di Serpilli nel finale: cala il sipario alla bolla di Olbia, è tutto facile per la Carpegna Prosciutto: 104-60. Per i biancorossi 24/42 da sotto (57%) e 13/36 da fuori (36%). Henri Drell miglior realizzatore VL con 22 punti.

TABELLINI

PESARO: Drell 22+10r, Robinson 13, Serpilli 12, Zanotti 12, Tambone 10, Massenat 9, Filipovity 9, Filloy 8, Basso 6+10r, Cain 3.

ROMA: Ticic 15, Baldasso 14+10r, Farley 10, Cervi 10+7r, Campogrande 9, Telesca 1, Jovanovic 1.






Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2020 alle 18:45 sul giornale del 08 settembre 2020 - 497 letture

In questo articolo si parla di sport, vivere pesaro, articolo, Roberto Panaroni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bvfY





logoEV