Dj morta, continuano le ricerche del piccolo Giole

1' di lettura 09/08/2020 - Vanno avanti le ricerche del piccolo Giole, il bambino di 4 anni scomparso lunedì scorso con la madre Viviana Parisi, il cui cadavere è stato ritrovato nella giornata di sabato nei boschi di Caronia.

Il corpo senza vita della 43enne è stato ritrovato sotto un traliccio dell’alta tensione, non lontano dal punto dell'autostrada A20 da cui la donna si era allontanata a piedi. Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione e sfigurato dagli animali selvatici. È stata identificata grazie alla fede nuziale e agli abiti che portava, gli stessi che portava quando era uscita di casa. Secondo il medico legale la donna sarebbe morta il giorno stesso della scomparsa. Spetterà ora all’autopsia stabilire le cause della morte e fare luce su un giallo finora indecifrabile.

Tra le ipotesi resta viva quella più tragica, che la donna possa aver ucciso il figlio, seppellendolo nella boscaglia, per poi togliersi la vita. Dopo il ritrovamento di Viviana Parisi sono ripartite con nuovo vigore le ricerche del piccolo Gioele, a partire dal punto in cui è stato rinvenuto il cadavere della madre.

Intanto proseguono le indagini: gli investigatori stanno cercando di far luce sul perché la 43enne dopo un centinaio di chilometri in autostrada sia uscita a Sant’Agata di Militello e sia poi rientrata dopo 20 minuti, e cosa abbia fatto in quel lasso di tempo.

Invia i tuoi comunicati stampa a sicilia@vivere.news o all'indirizzo mail relativo a ciascuna città:

agrigento@vivere.news

caltanissetta@vivere.news

catania@vivere.news

enna@vivere.news

messina@vivere.news

palermo@vivere.news

ragusa@vivere.news

siracusa@vivere.news

trapani@vivere.news






Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2020 alle 18:57 sul giornale del 10 agosto 2020 - 255 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco vitaloni, scomparsi, articolo, viviana parisi, caronia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsZd