Coronavirus: scontro tra Governo e Regione, impugnata l'ordinanza di Ceriscioli

Luca Ceriscioli 1' di lettura 25/02/2020 - E' scontro tra Regione Marche e Governo sull'ordinanza emessa da Ceriscioli che dispone la chiusura delle scuole fino al 4 marzo in conseguenza dell'emergenza Coronavirus.

"Con la sua decisione unilaterale di firmare un'ordinanza per la chiusura di tutte le scuole e Università della Regione Marche, il Governatore Luca Ceriscioli si sfila dall'accordo che era stato raggiunto solo poche ore prima nel corso dell'incontro tra governo e Regioni tenutosi alla Protezione Civile e viene meno all'impegno preso con tutti gli altri Governatori che invece si stanno attenendo alle disposizioni concordate". Lo affermano il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, dell'Istruzione Lucia Azzolina e dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi.

L’ordinanza della Regione è stata impugnata dal Governo, ma non ha effetto di revoca immediata.

"Quindi è in vigore ancora l’ordinanza regionale e le scuole domani sono chiuse. Non mi esprimo nel merito di questa vicenda sconcertante, lo farò domani. Intanto chiedo solo scusa ai cittadini per la confusione che è stata fatta su una vicenda così delicata da parte delle autorità competenti, in un momento dove serve calma, collaborazione, e obiettivi comuni", commenta Ricci.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.3589806 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2020 alle 22:56 sul giornale del 27 febbraio 2020 - 6144 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgLx





logoEV
logoEV