Coppa Italia: successo del Gabicce Gradara nella gara d'andata, 4-3 sul Biagio Nazzaro

3' di lettura 13/02/2020 - Successo del Gabicce Gradara nella sfida di andata della semifinale di Coppa Italia. Al Magi la squadra di Scardovi ha battuto in una serata fredda per 4-3 la capolista del girone, la Biagio Nazzaro, al termine di un match assai avvincente, ricco di emozioni e di gol, con entrambe le squadre - schierate dai tecnici facendo ampio ricorso al turn over per scelta e per necessità (squalifiche e infortuni) - desiderose di agguantare la finale.

Si comincia al 12' con l'occasione ospite capitata a Pieralisi, innescato da un palla persa dalla squadra di casa: l'attaccante solo davanti a Bulzinetti calcia sul portiere in uscita. Risponde Bastianoni da posizione defilata su punizione: Bolletta smanaccia. Al 24' un corner di Terrè viene deviato da Pesaresi ma praticamente sulla linea c'è il difensore Freducci a salvare. Alla mezzora la partita si sblocca. Donati approfitta d'un errato disimpegno di Cecchetti per involarsi verso la porta e insaccare dopo aver superato D'Agostino. E' il momento migliore della squadra di Scardovi, che mette alle corde l'avversario: quattro minuti dopo, infatti, ancora il centravanti di casa si ripete concretizzando una ripartenza veloce ispirata da Bastianoni il cui cross è perfetto per la girata vincente di testa dell'attaccante. L'uno-due patito fulmineo sveglia la Biagio che accorcia con Pieralisi su assist di Paialunga, ribadendo in rete la palla respinta sulla prima conclusione dal palo (proteste locali per un presunto offside).

Nella ripresa la Biagio Nazzaro spinge sull'acceleratore. In avvio Paialunga spara alto di poco sopra la traversa su assist di Pieralisi, uno dei migliori della sua squadra. Ancora Pieralisi in contropiede tira in bocca al portiere. Ma al 12' è Veglio a segnare il 3-1 girandosi al limite dell'area piccola all'altezza del primo palo con palla che beffa difensore e portiere. Potrebbe essere il colpo del ko e invece la squadra di Malavenda non molla. Tre minuti dopo è Pesaresi ad accorciare le distanze beffando la difesa nel cuore dell'area affollata e al 25' è Pieralisi di testa, su cross dalla sinistra, realizza il 3-3. Alla mezzora Bolletta d'istinto è super su Freducci sugli sviluppi di una punizione di Costa dalla sinistra, poi sulla ribattuta Innocentini manda alto di poco. Non è ancora finita perché al 45' su servizio in profondità di Bastianoni arriva il mortifero diagonale da dentro l'area di Vegliò defilato sulla sinistra con palla che si insacca sul palo più lontano. E' la rete del 4-3. Nei cinque minuti di recupero non accade più nulla se non una doppia ammonizione sul gong di Cecchetti e Donati.

La sfida di ritorno sarà il 4 marzo e il Gabicce Gradara non dovrà perdere per arrivare all'ultimo atto della manifestazione. Chi passa affronterà in finale la vincente di Chiesanuova-Atletico Ascoli. Intanto domenica la squadra di Scardovi in casa avrà un altro importante match in chiave playoff contro la Filottranese.

GABICCE G. – BIAGIO NAZZARO 4-3

GABICCE GRADARA: Bulzinetti, Ciamaglia (10' st Fulvi), Costa, Vaierani (10' st Innocentini), Passeri, Freducci, Bastianoni, Marcolini (20' st Bacchielli), Donati, Grandicelli, Vegliò. All. Scardovi

BIAGIO NAZZARO: Bolletta, Menotti (15' st Santoni), Brega, Cecchetti, D'Agostino, Pesaresi, Mazzarini (38' st Giovannini), Rossini, Pieralisi, Paialunga (38' st Frulla), Terrè. All. Malavenda

ARBITRO: Pazzarelli di Macerata
RETI: 30' pt e 34' pt Donati, 43' pt Pieralisi; 12' st. Vegliò, 15' st Pesaresi, 25' st Pieralisi, 45' st Vegliò,
NOTE: ammoniti Donati, Grandicelli, Fulvi; D'Agostino, Pesaresi, Cecchetti. Recupero: pt. 1', st. 5'. Spettatori 150 circa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2020 alle 00:00 sul giornale del 14 febbraio 2020 - 653 letture

In questo articolo si parla di sport, gradara, gabicce, asd gabicce gradara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgev





logoEV