Strada a Bettino Craxi, Lugli (M5S): ci opponiamo

1' di lettura 12/02/2020 - Apprendiamo dai social della proposta di intitolare una via o strada o non si sa bene cosa altro, alla buonanima del fu Bettino Craxi. Troviamo del tutto inaccettabile l'idea di riciclare il principale distruttore del Paese, facendolo passare per grande politico e statista illuminato.

In effetti, l'eredità che ci ha lasciato sono gli oltre 50 miliardi di lire in mazzette accertati dall'inchiesta "Mani Pulite" che fece emergere un sistema fatto di corrotti e corruttori decretando il tracollo della "Prima Repubblica". Il leader socialista riparò in Tunisia per sottrarsi alla giustizia italiana dopo aver lasciatosi alle spalle un debito pubblico schizzato da 400 mila a 1 milione di miliardi di lire e un Paese che aveva contribuito a rendere peggiore.

Su quale base si possa pretendere di beatificare una figura simile proprio non riusciamo a capirlo e avanziamo piuttosto la proposta di intitolare proprio quella strada agli "Eroi di Mani Pulite", a cominciare da Saverio Francesco Borrelli recentemente scomparso e tutti gli uomini e le donne che servirono fedelmente lo Stato (con la S maiuscola questa volta) liberandoci dalle grinfie di una politica di cui ancora paghiamo le conseguenze.

Bettino, a Pesaro niente bottino!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2020 alle 00:00 sul giornale del 13 febbraio 2020 - 1563 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Movimento 5 Stelle, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgdi





logoEV
logoEV