Infrastrutture, Andrea Biancani a confronto con gli imprenditori della Cna

Andrea Biancani a confronto con gli imprenditori della Cna 4' di lettura 12/02/2020 - Le infrastrutture sono essenziali per lo sviluppo e la competitività delle imprese. Lo sa bene la CNA di Pesaro e Urbino che ieri, su questo delicato argomento, ha invitato alla propria presidenza provinciale, il consigliere regionale Andrea Biancani.

Un’esposizione di quanto fatto e di quanto rimane ancora da fare che il presidente della Commissione Governo del Territorio ha illustrato agli artigiani della presidenza. Incalzato dalle sollecitazioni del segretario dell’associazione, Moreno Bordoni e da quelle del presidente Alberto Barilari che hanno evidenziato come questa provincia risulti ancora la più penalizzata delle Marche da un punto di vista infrastrutturale, Biancani ha cercato di spiegare come in questi quattro anni di legislatura siano stati fatti dei progressi relativamente al tema delle infrastrutture viarie.

Ed in particolare sul fronte della cessione di molte delle arterie dalla provincia e dalla Regione all’Anas. Prime fra tutte la Fogliense così la Montelabbatese, due strade trafficatissime che più di altre hanno bisogno di manutenzione continua. Ed ancora la Urbinate e la Cesanense. Stessa cosa per la Metaurense Fermignano- Urbania e la Pedemontana Lunano-Sant’Angelo, la Flaminia Cagli-Cantiano. Unica strada rimasta in carico alla Regione è l’Apecchiese anche se l’Ente regionale l’ha data in gestione ad Anas. Sulle opere compensatorie che la Società autostrade deve realizzare a Pesaro (realizzazione della circonvallazione di Muraglia che collegherà il primo tratto dell’Interquartieri con l’Ospedale di Muraglia; realizzazione della Bretella di Santa Veneranda per collegare la frazione con il nuovo casello autostradale; raddoppio della Interquartieri nei due tratti attualmente ad una corsia; collegamento tra la Montelabbatese e la Statale Urbinate con la realizzazione di un ponte sul fiume Foglia; raddoppio della attuale Urbinate), c’è in ballo come è noto la questione della concessione. Biancani ha comunque assicurato che si sta lavorando in questa direzione e che a giorni ci sarà un incontro con la stessa Società autostrade.

Altro punto caldo quello della Fano-Grosseto, una vicenda infinita che vedrà l’ennesimo atto con l’attesa convocazione della Consiglio superiore Lavori pubblici che dovrà esprimersi sulla possibilità di aprire la Guinza ad un senso unico di marcia (bocciato dai tecnici al momento il senso unico alternato), in attesa della costruzione di una nuova canna per la quale il Ministero, su sollecitazione della regione, dovrà impegnare 10 milioni di euro per la progettazione. Molto più realistico al momento un collegamento con la Quadrilatero attraverso due strade: la Flaminia con il tratto Cagli-Pergola-Sassoferrato-Fabriano e quella che in termini di investimento e fattibilità costerebbe ancora meno, ovvero il tratto Cagli-Cantiano-Gubbio.

Collegamenti ferroviari
Sull’annoso problema dei collegamenti ferroviari, il consigliere Biancani ha annunciato che continua la strenua difesa delle fermate e dei collegamenti ma che con Trenitalia “è già battaglia mantenere anche le attuali fermate dei Freccia Bianca e che quelle dei Freccia Rossa potrebbero essere presto di nuovo in pericolo”. Per la Orte -Falconara sono invece previsti 600 milioni di euro per il raddoppio della linea per Roma ma i tempi non sono facilmente calcolabili.

Banda larga
Sulla banda larga Biancani ha annunciato che entro l’estate un’importante fetta del territorio provinciale sarà servita dalle connessioni ultraveloci con l’obiettivo di completare il progetto entro il 2021. Su questo fronte la Regione ha stanziato fondi che permettono di raggiungere anche quei luoghi e territori poco appetibili per i gestori privati delle reti.

Difesa del litorale
Ai tanti concessionari di spiaggia Biancani ha parlato del nuovo Piano di gestione della costa che prevede risorse e modalità destinate alla difesa della costa attraverso interventi di riqualificazione e manutenzione che assumono ancor più importanza in vista dei Giochi del Mediterraneo a Pesaro.

Ciclabile del Metauro
Altro importante progetto che Biancani rivendica con forza, in termini di vivibilità e di attrazione turistica, è quello della ciclabile del Metauro, un tracciato che corre lungo la vecchia tratta ferroviaria Fano-Urbino (ad un metro e mezzo di distanza) e che consentirebbe attraverso un progetto ad anello di collegare la Val del Foglia con quella del Cesano senza pregiudicare la possibilità di riattivare in futuro la linea ferroviaria turistica.

Formazione
Infine il capitolo formazione. Per il consigliere ooccorre incentivare percorsi formativi per fornire figure professionali alle aziende. Su questo fronte la Regione è impegnata a finanziari corsi nel settore della produzione: meccanici, tornitori, saldatori. E in questo senso ci si può muovere su almeno 4 fronti: attraverso corsi diretti gestiti dalle aziende o con corsi organizzati dalla Regione; attraverso percorsi formativi gestiti da privati o attraverso istituti superiori come nl caso di Pesaro, il Benelli. Biancani si è detto anche disponibile ad avviare una collaborazione con la CNA sul grande tema della formazione attraverso l’istituzione di una vera e propria Scuola dei mestieri.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2020 alle 08:43 sul giornale del 13 febbraio 2020 - 958 letture

In questo articolo si parla di attualità, cna pesaro e urbino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgbH





logoEV
logoEV