“Conversazioni”, i Servizi educativi si raccontano nel calendario 2020

calendario 2020 3' di lettura 10/12/2019 - E’ stato presentato questa mattina nella sala Rossa del Comune il calendario “Conversazioni”, realizzato dal servizio Politiche Educative del Comune in collaborazione con la cooperativa sociale Labirinto.

Anche per il 2020, i Servizi educativi hanno deciso di raccontarsi attraverso le immagini, scegliendo alcuni momenti dell’esperienza di dialogo dei bambini. “Conversare” è infatti entrare in relazione, incontrare positivamente l’altro in una dimensione che ci mette in gioco in modo globale. In particolare, “il calendario vuole testimoniare- esordisce Giuliana Ceccarelli assessore alla Crescita- il percorso voluto dall’Amministrazione comunale per promuovere in maniera sempre più compiuta la cultura dell’infanzia che metta sempre al centro i bambini, con i loro bisogni e i loro diritti. E’ diventato un appuntamento fisso, da condividere con le famiglie e la città. Ci sarà infatti una distribuzione. Un modo per augurare buon Natale ”

Per la cooperativa Labirinto, “accompagnare i percorsi di crescita con gli spazi e i tempi delle conversazioni, significa aiutare i più piccoli ad acquisire consapevolezza della propria storia personale all’interno della trama di una storia comune che unisce gli esseri umani. Nei nidi e nelle scuole d’infanzia la quotidianità è scandita e segnata dai modi in cui bambine e bambini intrecciano conversazioni: tra loro, in piccolo e grande gruppo, con sé stessi e con l’adulto, con la natura o con i piccoli oggetti di uso comune. Conversano anche nel silenzio e con il silenzio. Avere rispetto e sapere valorizzare queste traiettorie narrative è compito dell’adulto, genitore o professionista che sia e queste foto testimoniano che quest’attenzione esiste in modo costante e concreto nell’esperienza che tutti i bambini vivono nei servizi educativi che li accolgono.”

“Non abbiamo in programma solo il calendario, aprirà al pubblico dopo le feste- annuncia Valter Chiani dirigente dei servizio Politiche Educative del comune di Pesaro - la biblioteca del Centro Risorse Educative IDEA, collocata all'interno del Centro Scholè "M.Pia Gennari" (via Cefalonia 5). La Biblioteca è specializzata sui temi dell'intercultura, della didattica dell’insegnamento dell’Italiano come lingua seconda, della conoscenza della psicologia e pedagogia dell’età evolutiva. Ci sarà anche tanto materiale didattico, in particolare per la fascia 0-6 anni, i documenti saranno consultabili anche tramite il catalogo regionale on line.”

“Il calendario sarà presente negli spazi pubblici, uffici e scuole, e nelle case private- aggiunge Chiani- è un modo per dare voce ai bimbi, vuole raccontarci un pizzico di ciò che di importante hanno da dirci sulla vita. Hanno uno modo molto potente, intenso, difficile da raggiungere. Oggi sono pochi e quindi preziosi, la città ha bisogno di loro perché non tutti hanno la fortuna di stare con i bimbi.”

“Questo è un primo passo –aggiunge Giuliana Ceccarelli assessore alla Crescita - di un più ampio progetto di diffusione e digitalizzazione del patrimonio di documentazioni riguardanti l’attività dei Servizi Educativi e delle istituzioni scolastiche locali al fine di custodire e trasmettere i progetti sviluppati in questi ultimi 20 anni. Il Centro si occupa infatti anche di raccogliere la documentazione educativa del settore 0-6, al fine di favorire lo scambio e la condivisione tra i servizi.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2019 alle 00:27 sul giornale del 11 dicembre 2019 - 4249 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdSk





logoEV