Monteciccardo con Pesaro? Ricci: "Se comitato raggiungerà la quota firme andremo in consiglio per convocare referendum"

Monteciccardo 3' di lettura 19/11/2019 - Matteo Ricci in consiglio comunale sulla raccolta firme del comitato di Monteciccardo: «Parliamo di un Comune che ha grandi problemi. Non essendosi presentato nessuno alle ultime elezioni è stato commissariato. Sono lusingato perché potevano pensare ad altri Comuni confinanti. Invece hanno guardato a Pesaro, credendo che la fusione per incorporazione possa risolvere meglio le loro criticità».

Sindaco che tuttavia si dice contestualmente cauto, «perché ci risulta che Monteciccardo abbia diversi problemi di bilancio. Stiamo discutendo con la commissaria prefettizia per capire bene come stanno le cose: se saranno raccolte le firme necessarie dai residenti di Monteciccardo, un minuto dopo faremo il consiglio comunale per convocare il referendum. Se si verificherà l’ipotesi, decideremo insieme la data in accordo con la commissaria. E metteremo a disposizione dei consiglieri comunali tutte le informazioni che abbiamo, in modo che ognuno si faccia la sua opinione. Poi ci sarà la campagna per il referendum e decideranno i cittadini».

Rileva il sindaco: «Magari qualcuno dell’opposizione sarà contrario a prescindere, altri cercheranno di entrare nel merito: lo vedremo. Non è questione di oggi: di certo i meccanismi di fusione funzionano se hanno un forte avvallo popolare. Dipenderà molto dal risultato elettorale dei due Comuni, in particolare da Monteciccardo».

In proposito il sindaco cita il caso di Mombaroccio: «Quando hanno votato contro, ci siamo fermati subito». Ma «adesso non mettiamo il carro davanti ai buoi: oggi parliamo di un adeguamento del regolamento comunale alla legge regionale. Poi ognuno prenderà le decisioni che ritiene. A mio avviso i processi di aggregazione sono virtuosi: in questo caso non dipende da noi, l’iniziativa è partita da un comitato di residenti. Che sicuramente hanno una tempistica: se non si fa il referendum in tempi certi, la commissaria dovrà convocare le elezioni. Da parte loro è una motivazione di buon senso».

Sul passaggio odierno: «L’abbiamo fatto diventare un’iniziativa del consiglio, anche se potevamo indicare la giunta. Se vogliamo favorire la partecipazione, non può essere che il veto di una minoranza impedisca al popolo di esprimersi in modo democratico. I due terzi? Non esistono da nessuna parte: tant’è che la legge regionale parla di un decimo degli aventi diritto, tenendo volutamente bassissima la soglia. La volontà del legislatore è non creare ostacoli all’espressione della volontà popolare». Ribadisce: «Interpretandola in modo restrittivo, avremmo potuto indicare la giunta per la convocazione. La portiamo invece in consiglio e poi decideremo se convocarla o meno. Dopodiché ognuno sceglierà la sua posizione e come sempre, alla fine, decideranno i cittadini».

L’inciso: «In generale sono favorevole ai processi di aggregazione. In questo caso, al di là di tutto, dobbiamo vedere i conti. Capire i pro e i contro, perché quei cittadini hanno lanciato un grido di dolore. Stiamo verificando, abbiamo avuto in questi giorni la conferma del contributo che arriverebbe in caso di fusione. C’è un aspetto territoriale interessante. Monteciccardo è a cavallo tra Ginestreto e Santa Maria dell’Arzilla. Potrebbe non solo mantenere i servizi, ma diventare un centro servizi per alcune zone collinari del Comune di Pesaro: ne discuteremo nell’ipotesi della convocazione».

All’opposizione: «Nessuna forzatura, anche perché non bisogna avere paura dell’espressione popolare dei cittadini. Non vedo preoccupazioni, a meno che non si abbia timore che in caso di fusione Pesaro si rafforzi, arrivino i contributi dello Stato e si facciano più cose. Guardiamo la vicenda nell’interesse della collettività e non sempre in termini strettamente politici», conclude il sindaco.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2019 alle 00:57 sul giornale del 20 novembre 2019 - 1845 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bc1k





logoEV
logoEV