Disagi per i pendolari causa lavori del Ponte Amelia

Ponte Amelia 3' di lettura 16/11/2019 - Con la delibera n 13 del 16 Ottobre 2019, il Sindaco del Comune di Monte Cerignone Chiarabini Carlo, ha informato i suoi cittadini della momentanea chiusura della strada provinciale Sp2 nella località di Ponte Amelia al km 13+350 che si è avuta dal diciotto fino alla fine del medesimo mese.

Questo non è stato altro che un primo step di interventi che hanno come obiettivo il rifacimento del Ponte Amelia causa degrado della struttura per vetusta.

I successivi lavori si suddivideranno in altri due periodi: uno nei prossimi giorni ( da lunedì 18 Novembre a Domenica 1 Dicembre) e l' altro per i successivi mesi del 2020( si parla di Gennaio) dove la strada sarà chiusa per ben 40 giorni. I lavori sarebbero dovuti iniziare oramai da tempo. C' è stata un accelerazione della messa in atto dell'intervento solo ora e ciò ha portato disagio per i pendolari costretti a usare delle strade alternative mal messe.

L'effettiva necessità di una riqualificazione della zona non è messa in discussione. Ciò si vuole e si deve porre all'attenzione dei restanti abitanti marchigiani e non, è la difficoltà dei lavoratori di giungere nel posto di lavoro percorrendo queste strade alternative che non migliorano di molto la viabilità dei cittadini: San Leo, Valle di Teve e Santa Rita. Non tralasciamo anche il fatto che queste ultime ovvero Valle di Teve e Santa Rita, non presentano nemmeno le necessarie strisce bianche.

I pendolari dovranno usufruire della ex strada provinciale n 3 bis ovvero l attuale 744 " fogliense" verso Mercatino Conca in direzione Auditore e Casinina con la strada provinciale n 70 " Piandicastello", la 138 " San Giovanni- Montealtavellino", la 24 "Auditore" e infine la 3 bis fogliense. In alternativa dalla località Ponte Cappuccini in direzione Macerata Feltria e Mercatale tramite la strada provinciale 6 "Montefeltresca".

Tutta un'altra storia per i residenti, i lavoratori della zona con i rispettivi rifornitori che con apposito permesso potranno circolare in via Ca' Luca da incrocio con sp2 fino ad incrocio con via Convento. L'indignazione dei cittadini consiste in un mancato dialogo con il Sindaco che in teoria dovrebbe saper ascoltare e trovare soluzioni per i disagi e le ansie dei suoi concittadini, ma che in pratica si nasconde dietro ad altri impegni amministrativi. Al di la' delle delibere rese pubbliche, non vi è stata altra forma di comunicazione.

Caro Sindaco avrebbe potuto convocare una riunione cittadina con la possibilità di partecipazione a chiunque ne sentisse il bisogno, per presentare al meglio il piano di intervento e la motivazione che sta alla base di un lavoro da anni rimandato e messo in atto in estemporanea tra i mesi autunnali e invernali creando così un unico punto di incontro dove far convergere i dubbi e le incertezze di chi si trova ora senza risposte.

Nel periodo storico, che stiamo vivendo, vi è la tendenza non solo di chiudere ponti, strade creando deviazioni assurde come se si giocasse con i mattoncini delle lego, ma anche quello di mettere un bavaglio a chi ha da dire la sua e di usufruire troppo spesso di tappi per isolarsi da polemiche per nn affrontare ulteriori problemi. Caro Sindaco i cittadini chiedono a gran voce di rimandare i lavori nei mesi primaverili per consentire una migliore e sicura circolazione per le strade da lei indicate come soluzioni alternative.

L'augurio è quello di poter avere il prima possibile una risposta a tutti quei marchigiani bisognosi di essere ascoltati e accolti con le loro giuste preoccupazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2019 alle 00:52 sul giornale del 17 novembre 2019 - 1865 letture

In questo articolo si parla di attualità, Un lettore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcSL





logoEV