Gabicce Gradara: domenica importante sfida casalinga contro l'Urbino, eliminato dalla Coppa Italia

3' di lettura 19/10/2019 - Domenica il Gabicce Gradara ritorna tra le mura amiche (ore 15,30) affrontando la matricola Urbino, terzo in classifica, eliminato mercoledì dalla Coppa Italia: la sconfitta per la squadra di Scardovi nell’andata per 1-0, successo per 3-1 mercoledì nel ritorno allo stadio Magi.

Dopo qualche giorno le due squadre si affrontano di nuovo in campionato. Tra i padroni di casa disponibile Sabattini, ancora out Innocentini, Vaierani e Fabbri. “Sarà una partita completamente diversa perché l'avversario sarà al completo rispetto alla partita di Coppa – è il parere del tecnico Scardovi – ma questo conta il giusto perchè come raccomando ai miei giocatori noi dobbiamo solo pensare a casa nostra, esprimere il nostro calcio, non cadere nelle trappole dell'avversario che cerca di non farti giocare e soprattutto cercare di evitare quegli errori che ci sono costati dei punti”.

Un giudizio sull'Urbino? “E' una matricola, sta facendo bene, ha entusiasmo, ha segnato un gol meno di noi (7) e ne ha subiti 3, segno di una grande compattezza. Ha un giocatore d'esperienza come Cazzola che è un valore aggiunto. Ci sarà da battagliare ma penso positivo perchè in Coppa Italia la squadra ha lanciato messaggi positivi: ha avuto lo spirito giusto, ha cercato il successo, l'ha trovato col doppio scarto che ci ha permesso di approdare ai quarti di finale, ha avuto una buona intensità per tutti i 90 minuti e ha dato continuità alla sua azione. Un passo avanti importante unitamente ai progressi sotto il profilo fisico: non siano al top ma in forte crescita. Del resto, quello che ci è mancato in queste giornate è stato un calo di attenzione in certi momenti, che abbiamo pagato a caro prezzo. Penso che la lezione ci sia servita. Se eliminiamo queste sbavature in fretta il nostro percorso di crescita avverrà più in fretta; dobbiamo avere serenità da un lato e consapevolezza nei nostri mezzi, di cui sono fermamente convinto, dall'altro”

Mancheranno ancora tre pedine? Quanto incide la loro assenza? “Vaierani, Fabbri e Innocentini, l'under più pronto, sono giocatori importanti, ma nella rosa ci sono sostituti altrettanto validi e dunque sono certo che non cambierà nulla”.

GLI AVVERSARI
La società ha riconfermato lo zoccolo duro della scorsa stagione e rinforzato la rosa con alcune pedine: il difensore ex Mondolfo Luca Vampa, l’attaccante Matteo Damiani dal S.Orso e Dylan Ceccaroli dallo Schieti (Seconda categoria) oltre che il promettente Nicola Scopa classe 2000 proveniente dall’ Urbania. Inoltre sono arrivati il portiere Ottavi Filippo dall’ Avis Montecalvo, lo svincolato Nicola Molinaro, i difensori Andrea Sanchini (Vismara) e Davide Duranti (Atletico Alma).

Il pezzo forte, però, è Umberto Cazzola centrocampista fanese classe 1982, con all’attivo più di dieci stagioni da professionista tra cui qualche presenza in serie B a Bari e Varese e 13 gol. Cazzola, proveniente dal Fossombrone (Eccellenza) va ad infoltire un centrocampo già importante con i riconfermati Pagnoni, Casalnuovo e Mattioli. Riconfermati in attacco Niang e Saine.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2019 alle 00:17 sul giornale del 20 ottobre 2019 - 375 letture

In questo articolo si parla di sport, gradara, gabicce, asd gabicce gradara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbRj





logoEV
logoEV