Jesi: Al pronto soccorso per un mal di denti, esce e danneggia auto dell'Asur

1' di lettura 12/10/2019 - Il giovane, un 23enne straniero, non ha forse gradito l'attesa al pronto soccorso e si è sfogato con un'automobile di servizio parcheggiata poco distante dal Carlo Urbani, ferendosi.

Il fatto è stato seguito dalla Polizia, che ha notato un giovane camminare in strada lungo via Montelatiere, sanguinante, la notte del 2 ottobre. Lo ha quindi fermato ed ha chiamato i sanitari del 118, che poi lo accompagnavano al vicino pronto soccorso. Sin da subito però l'uomo aveva un atteggiamento ostile sia agli agenti che volevano aiutarlo sia ai sanitari che invece gli prestavano le prime cure.

Una volta al pronto soccorso si è scoperto cosa era successo: il giovane, S.V. di 23 anni, ucraino residente in città, aveva già fatto il suo ingresso al triage, ed era stato invitato ad attendere il suo turno in base alla priorità assegnatagli, ma dopo circa 15 minuti se ne era andato. Nel tragitto uscendo dall'ospedale aveva incrociato un'auto in uso al personale sanitario ed aveva danneggiato il lunotto posteriore.

La ricostruzione è stata fatta man mano dagli agenti del Commissariato di Jesi, che hanno dapprima intuito e poi chiesto al giovane di raccontare l'accaduto. Avrebbe dapprima negato, poi ammesso di essere stato lui a rompere il vetro.

Sul posto la scientifica per i rilievi del caso, poiché sul lunotto infranto vi erano tracce di sangue, mentre il giovane veniva condotto in Commissariato per gli accertamenti di rito. Per lui scatta l'avviso orale da parte del Questore di Ancona, primo passo verso misure più gravi qualora risultasse nuovamente responsabile di comportamenti pericolosi.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2019 alle 16:05 sul giornale del 14 ottobre 2019 - 2938 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbA8





logoEV