Hangartfest sostiene la candidatura di Pesaro Capitale Europea della Cultura

2' di lettura 07/10/2019 - Hangartfest entrerà nella rete delle iniziative culturali che da qui al 2033 dovranno sostenere la candidatura di Pesaro e Urbino quale Capitale Europea della Cultura. Lo ha dichiarato il sindaco di Pesaro Matteo Ricci intervenuto a margine dell’ultima serata del Festival della danza contemporanea che dal 5 settembre a domenica scorsa ha monopolizzato l’attenzione degli appassionati dell’arte coreutica pesarese.

"L’iniziativa promossa sedici anni fa – ha detto Ricci – con coraggio e determinazione, sta giustamente raccogliendo consensi ad ogni livello e per noi amministrazione comunale è fondamentale sostenere iniziative che a loro volta siano importanti non solo dal punto di vista culturale e sociale ma anche economico". In effetti, come ha sottolineato lo stesso Antonio Cioffi, Direttore artistico della manifestazione, Pesaro ha ospitato durante le cinque settimane del festival ben 27 eventi, tra cui 17 spettacoli che hanno compreso 6 debutti nazionali e 3 prime assolute, coinvolgendo più di 100 artisti provenienti da 8 nazioni diverse (Italia, Israele, Francia, Iran, Germania, Polonia, Tagikistan e Svizzera). A

ll’ultima serata ha preso parte anche il consigliere regionale Andrea Biancani che ha sottolineato come Hangartfest meriti le attenzioni non solo dell’amministrazione comunale e regionale "ma anche il riconoscimento del Ministero, per le lodevoli iniziative promosse anche nei confronti dei giovani, come lo dimostra l’atto conclusivo". Sul palcoscenico della Maddalena si sono infatti alternati per la piattaforma Young Up! giovani under 25 che aspirano a diventare coreografi.

Quella di ieri sera è stata una serata dedicata alla creatività, con l’intento di individuare talenti da sostenere in futuro, offrendo risorse e residenze creative in un contesto professionale protetto. A partecipare quest’anno sono stati giovani artisti provenienti da Genova, Verona, Cosenza e Milano, oltre che da Pesaro. Cameo della serata il ritorno a Pesaro e ad Hangartfest di Melissa Ugolini che ha portato in scena, insieme al violoncellista Jacopo Mariotti, Shut your eye.

Hangartfest 2019 può andare quindi agli archivi dopo aver registrato una nuova serata da tutto esaurito (la nona per la precisione) ed aver ottenuto un ampio consenso di critica e di presenza di pubblico. Se ne sono accorti anche i giornali nazionali, come Corriere della Sera e Repubblica, che hanno dedicato nei giorni scorsi alcune righe nelle loro pagine di spettacolo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2019 alle 02:34 sul giornale del 08 ottobre 2019 - 3142 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, HangartFest

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbow