Documento di Cgil Cisl Uil per i candidati a sindaco della città di Pesaro

3' di lettura 20/05/2019 - Nella “Regione di Mezzo” che sta diventando “regione media” secondo la definizione non certo gratificante del sociologo Ilvo Diamanti, Pesaro riveste un ruolo centrale.

La seconda città delle Marche e capoluogo di Provincia in questi anni ha intrapreso – pur nelle difficoltà determinate da una crisi tanto diffusa quanto perdurante - un percorso utile a definire la sua identità in un contesto economico e sociale in trasformazione: vari indicatori economici confermano una lettura della città che ha superato – nel quadro di una difficile situazione nazionale e regionale - il suo punto di crisi peggiore mantenendo, per di più, la sua caratteristica di intreccio di diversi fattori portanti: manifattura, commercio, turismo, logistica e pubblico impiego.

La manifattura, nonostante le traversie derivanti anche dalla crisi, vede Pesaro come uno dei centri industriali più rilevanti della provincia. In questo quadro siamo convinti che solo nella saldatura armonica tra sviluppo, lavoro e cura, cioè tra crescita economica e crescita sociale, il territorio può davvero realizzare le sue potenzialità.

Per questo riteniamo fondamentale che il Comune, con il concorso di tutti i soggetti sociali ed economici e i principali poli produttivi e formativi, sia motore del rilancio, progettando e realizzando una serie di azioni positive secondo una visione quanto più condivisa a cominciare dalla massima valorizzazione di tutte le forme di partecipazione alla costruzione delle scelte: vale per i singoli cittadini, vale per le associazioni di interesse; vale per le organizzazioni sociali ed economiche, che debbono poter contare su tavoli permanenti e strutturati di confronto.

Al centro va posta la rigenerazione di ruolo e qualità della nostra città, interpretando il presente al fine di operare scelte politiche per il futuro, piuttosto che relegarlo e asservire lo stesso a servizio di decisioni finalizzate alla conservazione di posizioni e al mantenimento di (presunte) rendite di posizione.

Come organizzazioni sindacali confederali - che rappresentano, con i loro iscritti, quasi il 20% degli elettori: lavoratrici e lavoratori, disoccupati, pensionate e pensionati residenti a Pesaro - sentiamo la responsabilità di dare voce ad istanze che mettano al centro il benessere collettivo con l’obiettivo di poter garantire prospettive di miglioramento ai cittadini. Per questo occorre rifuggire facili scappatoie demagogiche di chi strumentalizza, amplificandole, paure, ansie e chiusure; sentimenti che non vanno sottaciuti, bensì affrontati con saggezza, fiducia, richiamo al senso civico di convivenza; aprendosi a prospettive più ampie e non ritirandosi dentro trincee sempre più piccole.

Crediamo che se l’amministrazione comunale che verrà eletta, si dimostrerà capace di assicurare questa prospettiva di apertura e di crescita alla città, allora Pesaro potrà valorizzare quei fattori di rilancio che già si intravedono, favorendo la realizzazione di iniziative e forme progettuali tali da superare anche le molte criticità i ritardi e le debolezze che tuttora permangono.

Auspichiamo dunque in questo senso che l’Amministrazione comunale, nella sua necessaria e complessa opera di elaborazione delle politiche finalizzate alla tutela dell’interesse pubblico, scelga la strada della relazione e del confronto, della partecipazione e della rete, con i soggetti dirappresentanza collettiva e con i singoli cittadini, che scelga la promozione del dialogo e della progettualità condivisa, piuttosto che un approccio semplicistico e impositivo.

Come organizzazioni sindacali vogliamo porre all’attenzione pubblica alcuni temi ricompresi in 4 macro aree: 1. Gestione Politico Amministrativa dell’area vasta. 2. Progettare il futuro della Città grazie anche alle “vecchie aree” 3. Il lavoro vecchio e nuovo. 4. La qualità della vita e lo sviluppo sostenibile. La cultura e la musica. Un’altra ricchezza di Pesaro. Per la coesione sociale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2019 alle 00:23 sul giornale del 21 maggio 2019 - 592 letture

In questo articolo si parla di cgil, fano, urbino, cisl, pesaro, uil, pesaro urbino, cgil cisl uil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7HE





logoEV