Trento-Pesaro, il vice coach Calbini: "Sono una squadra tosta, dovremo dare il massimo per batterli"

vuelle 4' di lettura 12/04/2019 - Impegnativa sfida per la VL Pesaro sul parquet di Trento. I biancorossi dovranno dare anche l'anima sul campo per provare a fare l'impresa contro la Dolomiti Energia Trentino, una squadra in decisa crescita di rendimento dopo un inizio di stagione poco convincente, in attesa di poter contare su un rinforzo importante come Wells nel settore esterni, che esordirà in biancorosso nella prossima gara contro Sassari alla Vitrifrigo Arena.

Il vice-allenatore della Vuelle Paolo Calbini presenta così la prossima trasferta dei biancorossi: “A Cremona la partita si è praticamente già chiusa dopo il primo quarto soprattutto per il brutto atteggiamento che abbiamo messo in campo. Ora andiamo a Trento per provare a riscattare quella nostra deludente prestazione. Affronteremo una squadra partita non bene in campionato anche dopo aver cambiato alcuni giocatori rispetto alla scorsa stagione, ma dopo il ritorno in squadra del playmaker Aaron Craft la Dolomiti Energia ha cambiato passo ed ora è in lotta per entrare nei play-off".

"Trento è una squadra tosta” sottolinea Calbini “forte in difesa e in grado di recuperare molti palloni per ripartire poi in contropiede con ottime giocate in velocità. Nel quintetto base hanno Craft come play, Marble come guardia, Gomes che gioca da ‘3’ e Pascolo da ‘4’. A completare lo starting-five c’è infine Hogue, un pivot che conosciamo bene, molto potente a rimbalzo e molto forte in fase difensiva e nel recuperare palloni. Dalla panchina coach Buscaglia può fare affidamento su tre giocatori italiani di buon talento come Flaccadori, Forray e soprattutto Mian, che all’andata contro di noi ha realizzato 4 triple che ci hanno fatto molto male, ed ha inoltre un giocatore di grande fisicità come Jovanovic per dare il cambio ai suoi lunghi. Siamo consapevoli che in fase offensiva non avremo occasioni facili per andare a canestro, perchè Trento è una squadra che gioca in modo molto aggressivo a tutto campo. Dovremo dunque partire da un attacco equilibrato, non affrettando i tiri e giocando con la necessaria lucidità, ed in difesa dovremo essere molto attenti a non lasciare agli avversari troppi tiri aperti, specie dal perimetro".

A Trento ”conclude Calbini “sarà quindi un'altra trasferta molto impegnativa per la nostra squadra, che dovrà mettere in campo molta intensità agonistica per provare a fermare la Dolomiti Energia e per conquistare due punti in classifica che sarebbero davvero preziosi in chiave salvezza”.

Ed ecco come è vista dai trentini la gara che dovranno affrontare contro la Vuelle: «Contro Pesaro dovremo essere concentrati e attenti per tutti i 40’ di gioco” dice il capitano dei bianco-neri Toto Forray “Pesaro è una squadra con tanti grandi realizzatori, giocatori con punti nelle mani che se prendono fiducia possono farci davvero male. Stanno lottando per la salvezza, ma anche noi scendiamo in campo con grandi motivazioni, perché il grande equilibrio di classifica sta rendendo la volata play-off particolarmente incerta e appassionante. Stiamo attraversando un buon momento di forma, ma c’è sempre margine per fare meglio. Purtroppo sarà assente Flaccadori per infortunio: il suo “lavoro” non può farlo nessuno, ma quello che possiamo fare tutti è dare il massimo sul campo, magari con qualche minuto in più di gioco rispetto al solito. Siamo una squadra col roster molto lungo, e che quindi può far fronte alla mancanza di un elemento, anche se importante come Diego».

Queste le parole del coach di Trento Maurizio Buscaglia: «A cinque giornate dalla fine comincia ad essere sempre più importante il lato emotivo delle partite: tutti hanno bisogno dei due punti, tutti stanno lottando aspramente per qualcosa, ed in particolare Pesaro che si sta giocando la salvezza. Dal punto di vista tattico, per noi sarà fondamentale la difesa sugli uno-contro-uno dei tanti talentuosi esterni di Pesaro, come Blackmon, Lyons, Artis e McCree. La Vuelle ha in Mockevicius anche il miglior rimbalzista del campionato, a dimostrazione di quanto non possiamo permetterci distrazioni in alcuna zona del campo. Come abbiamo spesso fatto in queste ultime settimane, insomma, dovremo giocare mettendoci la nostra identità, stando nel piano partita e facendo quelle piccole grandi cose che ci hanno dato un miglioramento importante in campo e in classifica in questa seconda parte del campionato».

Palla a due domani sera alle 19:30. Vuelle, se ci sei batti un colpo...






Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2019 alle 16:46 sul giornale del 13 aprile 2019 - 556 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6ti





logoEV
logoEV