Daniele Vimini: l'unico distacco che riesce bene a Bettini e a Baiocchi è quello dalla realtà

cultura|turismo|pesaro|daniele vimini| 12/04/2019 - Bettini detta la linea sulla cultura a Baiocchi, ed è la solita minestra riscaldata. Una opposizione costretta ad inseguire in affanno, per il semplice fatto che in questi cinque anni di amministrazione abbiamo lavorato sodo e su tutti i fronti, mentre la nuova destra è ancora ferma alle ricette di Bettini, stantìe e sconfitte a più riprese, elettoralmente e politicamente.

Altroché mosaici, l'unico distacco che sa fare Bettini è dalla realtà, dei conti in particolare. L'idea a cui lavora la tesi del Politecnico è realizzabile, affascinante e ad impatto ridottissimo per il Duomo, oltrechè supportata da una certa scientificità diciamo. Quella di Bettini rappresenterebbe una violenza al valore artistico dei mosaici, a quello architettonico della Cattedrale nonchè insostenibile economicamente, tanto da far pensare che sia la classica boutade per arrivare al 26 di maggio e non fare niente per altri vent'anni.

D'altra parte è stata questa amministrazione a coinvolgere dapprima il Ministro Franceschini, mentre Bettini ha preferito lasciare correre tutte le occasioni che ha avuto con i Ministri di Forza Italia che si sono succeduti e con i quali vantava rapporti strettissimi, evidentemente una volta di più ha fatto prevalere la logica del tanto peggio e tanto meglio, al bene per la città. Spiace che Baiocchi invece di cambiare pagina e volare più alto si sia allineato subito a questa impostazione fallimentare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2019 alle 13:59 sul giornale del 13 aprile 2019 - 2715 letture

In questo articolo si parla di cultura, turismo, pesaro, Pd pesaro, daniele vimini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6tj





logoEV