Palpeggiò una barista a Riccione, pesarese condannato a un anno e tre mesi di carcere

avvocati legge tribunale 22/03/2019 - Condanna ad un anno e tre mesi di reclusione (pena sospesa) per un 56enne pesarese accusato di violenza sessuale nei confronti di mamma e figlia.

Lo scorso maggio 2018 l'uomo avrebbe palpeggiato, in un locale a Riccione, una barista 45enne e avrebbe tenuto un comportamento discutibile anche con la figlia 16enne della donna.

L'uomo ha dovuto rispondere dell’accusa di violenza sessuale (ipotesi lieve) e corruzione di minori. Secondo quanto è stato possibile apprendere, il pesarese avrebbe consumato una grande quantità di alcolici.

Il giudice ieri ha inflitto la pena a un anno e tre mesi di carcere.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Messenger?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.3589806 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Facebook Messenger clicca su m.me/viverepesaro e poi su inizia.






Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2019 alle 08:32 sul giornale del 23 marzo 2019 - 3696 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, vivere pesaro, news pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5CG





logoEV