“Una Città in Comune” al Quartiere Porto

Enzo Belloni 14/03/2019 - Enzo Belloni, fondatore della Lista Civica “Una Città in Comune“, ha incontrato una folta rappresentanza di cittadini pesaresi che abitano nel Quartiere del Porto:

“Come abbiamo detto ormai molte volte – ha dichiarato al termine – il nostro Programma Elettorale prevede una particolare attenzione ai Quartieri, nell’intento di creare la migliore interazione possibile tra le esigenze che emergono e le possibili soluzioni. Questo, dunque, è solo il primo incontro di una serie. Voglio ringraziare il nostro candidato Sergio Castellani per averlo reso possibile in tempi rapidissimi”.

“Joe” Castellani, Rappresentante ufficiale del Comitato Civico “Progetto Porto”, e Candidato per la Lista Civica “Una Città in Comune” alle prossime elezioni amministrative, ha aggiunto: “Abbiamo organizzato questo incontro, da cui esco particolarmente soddisfatto, che rappresenta una ideale “consegna” del nostro Programma nelle mani della Lista Civica che rappresento. Il Comitato Progetto Porto vuole fungere da collegamento diretto tra le richieste, la volontà delle parti e la fattibilità delle proposte che intendiamo portare avanti. Il nostro obiettivo è anche quello di agire nella migliore tradizione del volontariato civico, della politica in senso letterale e “classico" del termine, per rappresentare, cioè, esigenze sociali, non “semplicemente” un partito piuttosto che un altro. Siamo convinti che il Porto possa svolgere un ruolo molto importante, essendo molto più che un semplice Quartiere: è sicuramente un’attrattiva turistica, sia per chi viene da fuori sia per i cittadini stessi di Pesaro; abbiamo un punto di vista privilegiato del luogo, visto che ci abitiamo, che ci permette di capire meglio quali siano le priorità, filtrate dalla loro sostenibilità civica; abbiamo la volontà di suggerire soluzioni con proposte effettivamente realizzabili”.

Ecco dunque i punti principali emersi dall’incontro tra Belloni, Castellani e il Comitato Civico:
1) Riqualificazione dell’asse viario di Calata Caio Duilio, iniziando dal completamento della pista ciclabile che, attraversando il quartiere, unisca la pista di via Canale con quella di viale Trieste.
2) Riqualificazione della zona “ex Amga”, realizzando un “polmone” verde nella forma di vero e proprio Parco all’interno della realtà già edificata. Verificando poi la possibilità di realizzare un percorso ciclo-pedonale tra questa area verde e quella del Parco di Villa Molaroni. Inoltre, considerata l’ampiezza dello spazio disponibile a fronte della cronica mancanza di parcheggi nel quartiere, si chiede di verificare la possibilità di dedicare una porzione dell’area ad uso parcheggio, appunto, per liberare le strade intasate dalle auto e facilitare l’accesso al quartiere stesso.
3) La creazione del tanto auspicato “Centro Civico”, in un quartiere che non ha alcuna presenza di luoghi di aggregazione, per offrire ai giovani un punto di ritrovo diverso da quelli che non aiutano la crescita, e ai meno giovani uno spazio dove ritrovarsi e socializzare.
4) Ultimo punto, ma non certo quello meno importante: la riqualificazione dell’area terminale di viale Trieste in prossimità del porto. Senza entrare in argomentazione tecniche troppo complicate (che sono peraltro a disposizione di chiunque), si evidenzia che l’area tra la spiaggia di Ponente e viale Trieste è una sorta di “vuoto urbano”, che ha bisogno di un progetto in grado di dare una immagine unitaria e di qualità, visibile sia dalla spiaggia che dal porto. Lì potrebbe sorgere una costruzione rappresentativa, che possa diventare un punto di riferimento anche visivo. In una città che ha già troppi alberghi in degrado o addirittura in abbandono, vorremmo evitare di costruirne un altro, puntando invece alla creazione di un luogo che sia polo di aggregazione tra le persone e di incontro tra generazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2019 alle 08:03 sul giornale del 15 marzo 2019 - 1286 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, una città in comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5iA