Giorno del Ricordo, Ricci: "Non dimenticare dramma delle Foibe"

Giorno del Ricordo Pesaro 10/02/2019 - Il sindaco ricorda Padre Damiani: accolse tanti esuli, Pesaro città solidale anche grazie a sue opere.

«Il dramma delle Foibe non deve essere dimenticato». Così Matteo Ricci, che definisce il Giorno del Ricordo «una conquista per il Paese. Perché per decenni lo scontro ideologico ha nascosto e ridimensionato una delle più grandi tragedie dell’umanità». Prosegue Ricci: «Parliamo di un vero e proprio eccidio di italiani. Morirono tragicamente intere famiglie. Con la pulizia etnica delle truppe titine a spezzare intere speranze e progetti di vita».

A Pesaro, «grazie all’esperienza straordinaria di Padre Damiani – evidenzia il sindaco – tanti esuli trovarono ospitalità, accoglienza e cittadinanza». Quindi «è importante ricordare i massacri delle Foibe, per dare onore alle migliaia di italiani che persero la vita. Ed è giusto non dimenticare perché, in questa tragedia, c’è anche un pezzo di storia della città. Se Pesaro ha fatto della solidarietà un suo tratto distintivo, è anche grazie all’esperienza dell’accoglienza degli esuli giuliano-dalmati e all’opera di Padre Damiani, di cui siamo molto orgogliosi».

Il sindaco cita poi «Eugenio Vagnini, presidente provinciale dell’associazione giuliano-dalmati», scomparso di recente: «Per decenni si è battuto per ricordare questo dramma, nell’amore per la sua terra».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2019 alle 17:06 sul giornale del 11 febbraio 2019 - 895 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a30E





logoEV