I vertici si sono incontrati a Casa Lions Tabanelli

NELLA FOTO Da destra: il sindaco Matteo Ricci, Andrea Mancini della Caritas, l'assessore Sara Mengucci, Paola Ricciotti presidente dell'Associazione "Amici di Simone", il governatore distrettuale Maurizio Berlati durante l'intervento, il presidente Alber 08/02/2019 - Proficuo incontro a Casa Lions Tabanelli fra le autorità civili cittadine e quelle lionistiche per fare il punto sull'andamento, in questo caso, inerente al periodo invernale, della struttura che accoglie le persone senza fissa dimora.

Erano presenti: il sindaco Matteo Ricci insieme all'assessore Sara Mengucci deputata alla solidarietà ed alle politiche sociali; il responsabile dell'ascolto della Caritas diocesana, la quale cura la gestione di questa Casa, Andrea Mancini; il governatore distrettuale Maurizio Berlati che era ansioso di prendere visione di quest'opera già ben avviata e che riscuote unanimi consensi, accompagnato dal segretario Claudio Cortesi, dalla cerimoniera Giulia Margotti, dalla responsabile del service "Poster per la Pace" Caterina Lacchini, tutti del Distretto; il presidente di Zona A Vincenzo Paccapelo, con il presidente del Lions Club Pesaro Host Marco D’Angeli, il vice presidente Attilio Della Santina, l'officer di questo service Giorgio Ricci, il responsabile dei service Pietro Paccapelo ed altri; il presidente del Lions Club Pesaro Della Rovere Alberto Paccapelo, con il vicepresidente Alberto Valentini, il past presidente Federico Buscarini, l'architetto Alessandro Paccapelo, cui si deve il progetto dell’Edificio ed altri; il presidente del Lions Club di Gabicce Mare Enrico Cancellotti, con il segretario Lorenzo Balestra, l'officer Domenico Balducci ed altri.

Mancini ha iniziato gli interventi, ricordando che quest'attività ha preso il via già da alcuni anni. È lieto che tutto stia proseguendo per il meglio, grazie alla costante, amichevole collaborazione dell'Amministrazione comunale, all'ausilio dei bravi volontari dell'Associazione "I Bambini di Simone", guidata dall'attiva Paola Ricciotti e naturalmente ai Lions che hanno avuto la felice idea di far nascere questa provvidenziale struttura, quanto mai utile. Sono ospitati soggetti disagiati, senza appoggi e si cerca con determinazione di reinserirli nella vita sociale e, se possibile, pure in quella familiare e lavorativa. Un comune ringraziamento.

Il sindaco Ricci si è subito avvalso di una terminologia essenzialmente umana, ha parlato in maniera ripetitiva che in questo caso si tratta veramente di "abbracciare" una persona al fine di proteggerla, di far sentire la propria vicinanza, di far sì che possa essere consolata. Pesaro è cambiata in questi ultimi anni, purtroppo, la crisi generale si è fatta sentire notevolmente pure qui, comportando la chiusura di aziende ed una diffusa mancanza di lavoro. Sono aumentati i casi di povertà e di disagio, sono stati, quindi, necessari non comuni sforzi per riuscire a rimettersi in carreggiata. Insieme alla stretta collaborazione con la Caritas diocesana si è stati in grado di trovare, per lo più, soluzioni confacenti. Insieme ai Lions abbiamo realizzato molteplici progetti, ma questo è senz'altro qualcosa di eccezionale, di grande qualità, un imprescindibile servizio. Non si può che ringraziarli per questo utilissimo apporto.

Per l'assessore Mengucci è sempre piacevole partecipare a questi periodici incontri pure per conoscere meglio gli ospiti ed elogiare gli operatori per il loro prezioso impegno. Siamo soddisfatti perché all'attività invernale, si sia ultimamente potuta aggiungere anche quella estiva. Si cerca di fare in maniera che quanti sono qui accolti possano diventare sempre più autonomi ed indipendenti. È doveroso rivolgere un ringraziamento ai Lions che continuano sempre a seguirci in questo valido percorso, con piena condivisione. Si tratta di un servizio davvero importante per la nostra città.

Il governatore Berlati, nelle sue parole conclusive, ha precisato che di Casa Lions Tabanelli, aveva sentito parlare un'infinità di volte in maniera elogiativa, ma una cosa è apprendere determinate favorevoli informazioni, tutt'altro è rendersene conto de visu. Così ha proseguito, ho potuto effettivamente constatare ed apprezzare l'esistenza di una propizia cogestione, vale a dire la Caritas diocesana che esplica il proprio qualificato lavoro, i volontari che ce la mettono tutta nello svolgere i rispettivi compiti ed i Lions che, come noto, sono sempre pronti ad intervenire laddove occorra. Questa è la giusta simbiosi perché noi da soli non sapremmo, di certo, gestire tale struttura. In questi particolari momenti, certi valori, quali il bene comune, l'assistenza a chi si trova in difficoltà perché è più sfortunato di altri, devono essere costantemente perseguiti. Ritorno a casa felice perché arricchito dall'aver visto che si sta proseguendo sulla giusta strada. Sono grato per questo produttivo connubio.

I Lions Club, che si sono impegnati in prima persona per questa realizzazione, non possono che essere gratificati e di gran lunga ripagati per qualche inevitabile sacrificio, cui sono dovuti inevitabilmente andare incontro.

NELLA FOTO Da destra: il sindaco Matteo Ricci, Andrea Mancini della Caritas, l'assessore Sara Mengucci, Paola Ricciotti presidente dell'Associazione "Amici di Simone", il governatore distrettuale Maurizio Berlati durante l'intervento, il presidente Alberto Paccapelo, il presidente Enrico Cancellotti il segretario Lorenzo Balestra ed il presidente Marco D'Angeli.






Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2019 alle 08:03 sul giornale del 09 febbraio 2019 - 1950 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Giuliano Albini Ricciòli, Casa Tabanelli, articolo, Paola Ricciotti, sindaco Matteo RicciAndrea Mancini Caritas, assessore Sara Mengucci, Associazione Amici di Simone, governatore distrettuale Maurizio Berlati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a36w