Accesero fumogeni al Benelli, perquisizioni a casa dei tifosi della Vis. Protesta degli Ultras 1898

ultras|vis pesaro| 05/12/2018 - Scriviamo queste poche righe per portarvi a conoscenza di quello che sta accadendo a ragazzi della curva Prato, i quali hanno ricevuto perquisizioni a casa, per aver violato l'articolo 6 bis legge 401/89. Tradotto in soldoni: colpevoli dell'accensione di un fumogeno allo stadio.

Per una più chiara valutazione della vicenda sono doverose alcune precisazioni.

Primo: alcuni degli indagati sono incensurati; secondo, alcuni degli indagati si sono dichiarati colpevoli tramite memoria depositata al GIP; terzo, le videoriprese dentro lo stadio fornivano già una prova certa dell'accaduto.

Lungi da noi dal giudicare l'operato delle forze di polizia competenti, ma questo possiamo considerarlo ai limiti dell'abuso. È giusto che chi sbagli, paghi, ma non è giusto perseguitare chi si è già messo a disposizione della giustizia per essere giudicato. Non è giusto turbare una realtà familiare per un'azione che non ha avuto nessun danneggiamento a persone o cose.

Questo non lo accettiamo e non lo accetteremo mai, perchè sicuramente non saremo cittadini modello, ma non siamo nemmeno narcotrafficanti o serial killer.

Per questo, sabato 8 dicembre, in occasione della partita contro la Feralpi Salò, entreremo il secondo tempo in segno di protesta.

Ci dispiace enormemente non sostenere i nostri colori i primi 45 minuti, ma prima di tutto siamo cittadini, e questa cosa non può passare inosservata. Invitiamo chi la pensa come noi di fare altrettanto, in segno di giusta solidarietà. Perchè può capitare a tutti di commettere errori, ma non per questo bisogna essere trattati come criminali.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2018 alle 16:21 sul giornale del 06 dicembre 2018 - 3044 letture

In questo articolo si parla di attualità, tifosi, ultras, vis pesaro, Pesaro Ultras 1898

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a18h





logoEV