“Le aree di naturale esondazione sul fiume Foglia”, inaugurazione mostra in Prefettura

“Le aree di naturale esondazione sul fiume Foglia”, inaugurazione mostra in Prefettura 20/11/2018 - naugurazione della mostra su "Le Aree di naturale esondazione del fiume Foglia". Una soluzione innovativa e vantaggiosa per salvare i centri abitati in caso di piene.

Giovedì 22 novembre, alle ore 10, nella splendida Loggia del Genga del Palazzo della Prefettura di Pesaro, sarà inaugurata la mostra “Le aree di naturale esondazione sul fiume Foglia”. Alla presenza delle più importanti autorità locali e regionali, il presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche, l’avvocato Claudio Netti, illustrerà i grandi vantaggi ambientali ed economici di questo importante progetto che prevede la realizzazione, lungo l’asta fluviale del fiume pesarese, di 23 aree di naturale esondazione, strategiche per salvaguardare i centri abitati in caso di piene. Un modello che potrebbe essere replicato anche negli altri fiumi regionali.

La mostra sarà aperta da giovedì 22 a sabato 24 novembre, dalle 10,30 alle 18,30. Saranno esposti 10 grandi banner posizionati sotto il porticato della Prefettura, nell’area aperta al pubblico. Si tratta di un vero e proprio percorso in cui vengono illustrati i problemi legati ai sempre più frequenti fenomeni meteorologici estremi, ma anche le possibili soluzioni. Sarà riprodotta l’asta fluviale del Foglia in cui vengono geolocalizzate le 23 aree di naturale esondazione, e saranno spiegati i loro vantaggi e i benefici in termini ambientali ed economici. Terminato il periodo pesarese, l’esposizione si sposterà nei Comuni coinvolti dal progetto. Le date saranno comunicate al più presto.

“Si tratta in gran parte di aree agricole – spiega il geologo Federico Biagiotti, che ha elaborato il progetto preliminare per conto del Consorzio di Bonifica – che in occasione delle piene possono allagarsi senza creare danni. Con opportuni interventi (niente cemento, né stravolgimenti in alveo) sono in grado di aumentare sensibilmente la loro potenzialità, sia in termini di volumi d’acqua invasati che di valore ambientale. Le aree esondabili possono infatti arrivare a contenere fino a 12 milioni di metri cubi con opportuni interventi, mettendo al riparo la vallata e soprattutto Pesaro da eventi catastrofici”.


da Consorzio di Bonifica delle Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2018 alle 13:17 sul giornale del 21 novembre 2018 - 1088 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, fiume foglia, esondazione, Consorzio di Bonifica delle Marche, bonifica fiumi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1Ab