Bocciodromo, Fratelli d'Italia Pesaro: "Si rischia lo stop...ma nessuno ne parla"

Via dll'acquedotto 3' di lettura 14/11/2018 - Tutto nasce da una determina di spesa (n. 2803 del 08/11/2018) che abbiamo scoperto sul sito del Comune di Pesaro, che fa riferimento l’estensione dell’affidamento alla Ditta Sea Group srl di Fano incaricata di effettuare indagini ambientali sul sito di Via dell’Acquedotto, dove sono già cominciati i lavori per la costruzione del famigerato Bocciodromo.

Precedentemente, infatti, la ditta di cui sopra aveva già effettuato dei rilevamenti ambientali e dichiarato sicuro il sito in questione, dando di fatto il via agli scavi, che dovevano tra l’altro escludere la presenza di residuati bellici.

Purtroppo, in data 19/10/2018, durante realizzazione di questi ultimi, sono emerse in due zone di scavo circoscritte potenziali contaminazioni storiche, ed il rinvenimento in una delle due zone di una piccola cisterna cilindrica. In conseguenza al ritrovamento l’ARPAM, ha chiesto di effettuare urgentemente dei nuovi controlli.

Sono stati presi quindi nuovamente contatti con la Ditta SEA GRUPPO SRL che aveva già eseguito in fase di progettazione le analisi ambientali preliminari e venivano eseguiti dei campionamenti richiesti in data 25/10/2018.

In attesa del risultato delle analisi sui campioni di terreno analizzati, ARPAM ha ordinato di procedere quanto prima alla messa in sicurezza del sito provvedendo all’asportazione del materiale ipoteticamente contaminato, evitando che il dilavamento superficiale e l’infiltrazione delle acque di pioggia possono provocare il propagarsi della eventuale contaminazione.

Ed ora veniamo al punto: il Coordinamento di Fratelli d’Italia Pesaro si chiede come mai nel periodo della comunicazione immediata dell’Amministrazione del Sindaco Ricci, dei post sui social che ci raccontano di tutto e di più….. guarda caso si sono dimenticati di comunicarci un problema sorto nelle fasi di costruzione del nuovo Bocciodromo.

Ciò che ci preoccupa, che tale notizia non sia apparsa e portata agli occhi dell’opinione pubblica, come se si dovesse tacere sulla circostanza che sono stati sospesi i lavori di esecuzione del nuovo Bocciodromo per problematiche legate al potenziale inquinamento dell’area.

Ci siamo già passati con l’Ex Amga su situazioni di un certo tipo dove è stata data precedenza alle opere rispetto alla salute della gente e ad oggi ancora non ne siamo usciti, non vorremmo quindi che per la fretta, o peggio per assecondare le richieste di alcuni, non vengano prese tutte le accortezze e precauzioni necessarie per scongiurare senza ombra di dubbio qualsiasi potenziale inquinante nella zona.

A parer nostro i cittadini devono essere a conoscenza di queste potenziali situazioni di pericolo, nessuno vuole generare allarmismo, ma ognuno deve essere messo nella condizione di comprendere la portata del problema.

Auspichiamo che il Comune abbia il buon senso di rendere edotta la popolazione su quello che sta succedendo, e se, come ci auspichiamo, rientrerà il problema, ne saremo felici anche se rimarrà la nostra ferma opposizione nel merito a tale struttura.

Si preannuncia, se tali sospetti fossero confermati, e chiaramente speriamo di no, una cospicua lievitazione dei costi che ricadranno naturalmente sui cittadini e numerose problematiche legate all'eventuale bonifica; il tutto nonostante numerosi osservatori, tra cui noi di Fratelli d’Italia, avessero espresso perplessità per il sito che il Comune aveva scelto. Come sempre, le rimostranze, da chiunque provengano, risultano spesso inascoltate.


da Nicola Baiocchi
candidato Sindaco della Città di Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2018 alle 18:46 sul giornale del 15 novembre 2018 - 2717 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, bocciodromo pesaro, Nicola Baiocchi, Via dll'acquedotto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1or





logoEV