Wien Antimodern, musica da un altro Novecento

Wien Antimodern, musica da un altro Novecento 1' di lettura 09/11/2018 - L’Università dell’Età Libera di Pesaro organizza nell’ambito delle attività dell’anno accademico 2018-19 due incontri con Luigi Ferrari dedicati a Alexander von Zemlinsky ed Erich Wolfgang Korngold.

La Vienna dei primi due decenni del XX secolo è generalmente e a ragione considerata, insieme a Parigi, una culla del modernismo musicale, potendosi fregiare della presenza di personalità creative del calibro di Arnold Schoenberg, Anton Webern e Alban Berg. Nello stesso contesto, tuttavia, operano compositori di pregio non minore: per nulla conservatori e reazionari, ma perplessi, lacerati o assai poco entusiasti del taglio netto col passato imposto dall’audacia degli innovatori. “Antimoderni” insomma, secondo la definizione di Antoine Compagnon, riabilitati solo in tempi recenti dalla narrazione storica e purtroppo non ancora presenti col peso che meriterebbero in programmi e frequentazioni degli ascoltatori d’oggi.

A due di essi, Alexander von Zemlinsky ed Erich Wolfgang Korngold, sono dedicati gli incontri con Luigi Ferrari che l’Università dell’Età Libera di Pesaro organizza nell’ambito delle attività dell’anno accademico 2018-19.


da Università dell'Età Libera
Pesaro







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2018 alle 07:30 sul giornale del 10 novembre 2018 - 598 letture

In questo articolo si parla di musica, cultura, università, pesaro, novecento, Università dell'Età Libera, Università dell'Età Libera pesaro, età libera, Wien Antimodern

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1cu