Dall'America alla scoperta dei borghi marchigiani, tappa a Gradara

Gradara 4' di lettura 02/11/2018 - Continuano le azioni messe in campo dalla Regione Marche e Borghi Italia Tour Network in collaborazione con l’Associazione regionale “Borghi più belli d’Italia nelle Marche” e la Cooperativa Tu.Ris.Marche con l’obiettivo di promuovere quelle “destinazioni” meravigliose dell’entroterra marchigiano, autentiche e poco conosciute.

Durante la giornata di Martedì 30 Ottobre, l’educational tour ha portato nei Borghi ben 18 tour operator, provenienti dal Nord America, Canada, e UK, tra cui il presidente di ASTA New York City (American Society of Travel Advisors). I tour operator sono stati ospitati dai Borghi di Moresco e Torre di Palme, dove per l’occasione sono state organizzate attività esperienziali, fortemente legate alle tradizioni e peculiarità del territorio.

La Cooperativa Tu.Ris.Marche ha assicurato l’integrazione di tutti quegli elementi necessari a mostrare le eccellenze che tale territorio può offrire ad un potenziale turista, come ad esempio ricca colazione presso il ristorante Lu Focarò di Torre di Palme e Tour presso il Frantoio Alessandrini, in pieno regime lavorativo durante questo periodo dell’anno, con relativa degustazione dell’olio nuovo, paté ed altri prodotti dell’azienda.

Gli ospiti hanno potuto assistere in piazza a Moresco al laboratorio delle ceramiche fatte a mano dallo storico mastro vasaio “Bozzi” di Montottone, e hanno potuto degustare i vini della emergente cantina “Castrum Morisci” di Moresco, nota per lo stile di vinificazione in anfora e per la produzione di vino cotto. Le “vergare” Clementina e Pia hanno poi dato vita allo show cooking sul Maccheroncino di Campofilone IGP con il pastificio “La Campofilone” coinvolgendo due operatrici americane una di Chicago e l'altra di New York che hanno provato a fare la “pannella” con buoni risultati. Non poteva mancare la vetrina dove promuovere il distretto della calzatura attraverso l’azienda “Fausto Ripani”, artigiani specializzati nella realizzazione di scarpe interamente a mano. I tour operator dopo aver visto come nascono hanno poi degustato i maccheroncini col sugo classico di ragù, le olive all'ascolana e il ciauscolo presso la Trattoria Conte Tebaldo di Moresco.

La giornata è stata allietata da stornelli ed organetto coinvolgendo l’intero gruppo di tour operator, con balli folkloristici, come quello del saltarello. Lasciato Moresco si sono diretti presso gli outlet e il distretto della moda fermano-maceratese. Andrea Marsili della Tu.Ris.Marche spiega: “Abbiamo esperienza nell’ambito dell’organizzazione di educational tour, il nostro obiettivo nei confronti dei tour operator resta quello di sottolineare la poliedricità che caratterizza il nostro prezioso territorio, e che lo rende adatto a più target turistici. Organizzando i servizi di ricettività ed integrandoli con le attività esperienziali, riusciremo a proporre delle offerte turistiche uniche ed autentiche”

Nella serata del 1 novembre il tour ha toccato l'altro borgo del fermano: Servigliano che ha stupito gli americani con la sua piazza e con gli spettacoli degli sbandieratori per poi deliziare ancora una volta il palato d'oltre oceano con i piatti del ristorante Villa Funari.

Il tour è partito col la scoperta di Gradara borgo dei borghi 2018 nella trasmissione alle falde del Kilimangiaro che ha incantato gli ospiti, così come la fantastica cena rinascimentale a Mondavio dove i tour operator hanno indossato gli abiti dell'epoca. Infine a Treia hanno potuto assistere alla rievocazione del gioco della palla a bracciale e visitare la meravigliosa Villa Spada per poi lanciarsi nelle danze del saltarello maceratese.

“Un grazie in primis agli amministratori dei nostri borghi che si sono prodigati in un accoglienza strapitosa” dice Amato Mercuri presidente dei Borghi delle Marche “e poi grazie alla Regione Marche e a BITN che ci danno questa opportunità di presentarci agli USA. Il Presidente di Asta New York mi ha fatto i complimenti e mi ha assicurato che promuoverà la nostra regione nella sua città e noi non chiediamo di meglio”.

L’itinerario del fam trip è stato congegnato attentamente perché possa mostrare a 360 gradi l’offerta turistico-culturale leisure, MICE & incentive, ma anche Wedding legata ai Borghi delle Marche che ben si prestano all’offerta Borgo-MICE.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2018 alle 08:42 sul giornale del 03 novembre 2018 - 2829 letture

In questo articolo si parla di attualità, gradara, pesaro e urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZZ5





logoEV