Libri: presentazione di "La stella e la mezzaluna", di Vittorio Robiati Bendaud

"La stella e la mezzaluna", di Vittorio Robiati Bendaud 10/10/2018 - Per la serie “Pesaro Storie”, condotta dalla Società pesarese di studi storici in collaborazione con il Comune di Pesaro, giovedì 11 ottobre 2018 alle ore 17,30 nella sala convegni (g.c.) di Confindustria di Pesaro e Urbino (via Cattaneo, 34 – Pesaro) viene presentato il libro di Vittorio Robiati Bendaud La stella e le mezzaluna Breve storia degli ebrei nei domini dell’Islam (Guerini e associati 2018, pp. 248).

L’autore ne discute con Francesca Cecchini, docente presso il liceo “Mamiani” di Pesaro.

La stella e la mezzaluna è un libro affascinante e terribile, in cui l’autore si confronta con la storia ebraica nell’immenso dār al-Islām, il dominio politico-giuridico delle genti del Corano. IN queste pagine sono rievocate al lettore cronache, spunti di riflessione, con vicende di cui di solito un europeo neanche sospetta l’esistenza.
Il saggio di Bendaud attenua la visione corrente di un mondo islamico sistematicamente più tollerante di quello cristiano; il rapporto tra Ebraismo e l'Islam appare peraltro molto intrecciato, forse più decisivo e importante –per gli ebrei – dei rapporti con il Cristianesimo; il baricentro della cultura ebraica risulta infatti orientato a sud e est del Mediterraneo, più che in Europa. Quella dei rapporti con l'Islam è dunque una storia di contaminazione, in certi periodi felice, in altri molto più precaria e dolorosa. Il saggio si ferma al 1917, ma le vicende che rievoca permettono di leggere anche l’attualità in una chiave, se non più definita, almeno più problematica.

Vittorio Robiati Bendaud coordina il Tribunale rabbinico del Centro-nord Italia ed è impegnato da anni nel dialogo ebraico-cristiano. È stato allievo del grande rabbino Giuseppe Laras, da poco scomparso, che l’ha guidato nello studio e nell’approfondimento del pensiero ebraico. Discende da italiani e da ebrei di Libia, ed è legato a entrambi i mondi. Oltre ad alcune opere in collaborazione, ha pubblicato L' ebraismo tra riforma e ortodossia. Il dialogo tra ebrei e cristiani (2015) e Peccati di senso. Parole logore e riflessioni abusate nel sentire comune (2018); collabora inoltre con giornali e riviste. Francesca Cecchini, laurea in Filosofia a Urbino, master in Dialogo interreligioso presso l’Istituto di studi ecumenici di Venezia, ha seguito diversi seminari su Storia e didattica della Shoah tra Gerusalemme e Parigi; oggi insegna Religione al liceo “Mamiani” di Pesaro ed è membro dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo; è impegnata da anni a promuovere il dialogo ebraico-cristiano.

La cittadinanza è invitata





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2018 alle 12:48 sul giornale del 11 ottobre 2018 - 566 letture

In questo articolo si parla di cultura, Società pesarese di studi storici, La stella e la mezzaluna, Vittorio Robiati Bendaud

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZfu





logoEV