Sgominata banda di rapinatori, tre arresti. IL VIDEO

11/09/2018 - Arrestata la banda di rapinatori siciliani. In due mesi hanno messo a segno 5 colpi in banche e uffici postali di Pesaro.

Si è conclusa nel fine settimana scorso una complessa ed articolata indagine, svolta dai reparti investigativi dell’Arma di Pesaro (Nucleo Investigativo del Reparto Operativo e Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia), diretti dal Comandante Provinciale Tenente Colonnello Luciano Ricciardi, con la conduzione dei PM della Procura di Pesaro dottoressa Valeria Cigliola (titolare del fascicolo) e dottoressa Maria Letizia Fucci e il coordinamento del Procuratore Capo dottoressa Cristina Tedeschini.

Su richiesta del PM, sono stati arrestati tre siciliani autori di 5 rapine commesse dal gennaio al febbraio 2018 in Banche e Uffici Postali di Pesaro e in provincia di Livorno..

L’indagine ha avuto inizio in seguito ad una rapina perpetrata il 1 febbraio 2018, a Pesaro, ai danni dell’ufficio postale Agenzia Pesaro 5, di via Salvatori n.31, quando intervennero sul posto i Carabinieri del NORM e del Nucleo Investigativo dell’Arma, specializzati in tali tipologie di reato. L’allarme sociale dato da un’analoga rapina avvenuta il giorno precedente proprio nello stesso ufficio postale portò a serrate indagini con spunti di interesse acquisiti attraverso alcune videosorveglianze della zona da dove si è compreso che la banda era composta da due o tre persone che utilizzavano per fuggire autovetture utilitarie.

L’enorme mole di dati acquisiti dai circuiti di video sicurezza cittadini fu subito analizzata dai carabinieri e con sempre più tasselli è stato ricomposto il quadro investigativo, stringendo il cerchio su una banda criminale che non fu solo autrice di quella rapina.

Nello scorso fine settimana, a Pesaro e Catania, i militari del Nucleo Investigativo e del NORM della Compagnia Carabinieri di Pesaro, collaborati in Catania da personale del NORM della Compagnia CC Catania-Fontanarossa, hanno arrestato tre soggetti risultati i responsabili di plurime rapine a mano armata in concorso, in danno di istituti di credito ed uffici postali delle Marche e della Toscana: in manette sono finiti T.I., catanese classe 1987; F.A., catanese classe 1973. I primi due già detenuti nel Carcere di Pesaro Villa Fastiggi in seguito al loro arresto del 23.2.2018 ed alla misura cautelare per la rapina di Collesalvetti (LI) e D.A., catanese classe 1982. Quest’ultimo, è stato catturato a Catania dopo un’articolata operazione di servizio intrapresa nella notte di venerdì scorso.

Le cinque rapine a mano armata commesse:

18 gennaio 2018, ore 10.45, in Pesaro, via Mastrogiorgio n.24, ai danni della banca “CARIM”, bottino € 10.000;

26 gennaio 2018, ore 10.10, in Collesalvetti (LI), via Roma 272 ai danni della banca “CARIFI”, bottino € 3.250, ferendo il direttore.

31 gennaio 2018, ore 14.40, in Pesaro, via F. Salvatori n.31, ai danni dell’UFFICIO POSTALE n. 5, bottino € 3.400;

1 febbraio 2018, ore 15.40, in Pesaro, via F. Salvatori n.31, ai danni dell’UFFICIO POSTALE n. 5, bottino € 2.300;

23 febbraio 2018, ore 11.15, in Pesaro, Largo Madonna di Loreto n.12, ai danni della Banca UBI, bottino € 18.000.





Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2018 alle 16:20 sul giornale del 13 settembre 2018 - 5376 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapina, news pesaro, articolo, Vivere srl, banda rapinatori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYg1