Referendum Gabicce in Romagna: il M5S ricorre al Capo dello Stato e al Consiglio di Stato

Gabicce Mare by night di Daniele Torresan 08/08/2018 - La richiesta di referendum fatta da circa 500 cittadini per il distacco dalle Marche Verso la Romagna, bocciata dalla maggioranza, è nelle mani della Giustizia: il M5S, come aveva annunciato, ha fatto ricorso.

I consiglieri comunali del M5S Sabrina Paola Banzato e Monica Melchiorri sono stati costretti a ricorrere al Capo dello Stato e al Consiglio di Stato per ottenere la giustizia che i cittadini di Gabicce Mare si aspettano in merito alla pronuncia di bocciatura fatta dalla maggioranza con a capo il Sindaco Pascuzzi.

“Sin dalla annunciata raccolta firme del Comitato di cittadini #GabiccePartecipa# realizzata in piena estate 2017 lo stesso Sindaco, prima ancora di sapere quanti fossero i cittadini del suo comune a chiedere il referendum, aveva annunciato che avrebbe bocciato. E così ha fatto ad ogni richiesta, anche con firme concrete e indicate come corrette anche dal Comitato dei Garanti; firme da lui viste e lette attentamente tra l’altro. Ci ha provato con ogni mezzo anche con modi per niente democratici a disincentivare e poi ha dovuto bocciare inventandosi una scusa del tutto fuori luogo, anche molto difficile da spiegare ai cittadini. E’ stato un vero e proprio artifizio per ostacolare questo referendum chiesto da quasi 500 cittadini. E, infatti, questo non è, come si vorrebbe, il Sindaco di tutti ma solo di chi sta dalla sua parte, disposto a tutto pur di assecondare il PD. Ceriscioli, infatti, che governa questa regione è dello stesso partito e visto il timore di perdere un altro comune verso la Romagna ha dato il veto.”

Il ricorso fa appello a quanto a suo tempo scritto nella delibera di consiglio comunale di aprile 2018 in merito in particolare ad una questione di data di certificazione relazionata al momento preciso in cui la firma è stata raccolta. “Questione assurda, assolutamente non rilevante, pretestuosa e pare anche illegittima, visto che vi sono moltissime sentenze anche del Consiglio di Stato che lo affermano esplicitamente e in modo inequivocabile. Avevamo chiesto aiuto prima alla Prefettura scrivendo anche al Ministero degli Interni, organismi che ora hanno preso in esame il tutto. La questione è stata, in effetti, già definita proprio dalla Prefettura come da verificare, come richiesto da noi consiglieri di minoranza. E quindi siamo anche in attesa di questa risposta definitiva che arriverà di certo a settembre.”

Il malcontento cittadino è piuttosto evidente, secondo le opposizioni, per moltissime ragioni molto visibili a cui anche questa vicenda ha certamente contribuito. “Tutto dimostra la mancata volontà di questa giunta di voler ascoltare i cittadini. Decidono sempre tutto da soli e incolpano di essere degli incapaci che sprecano denaro pubblico coloro che, invece, democraticamente, vorrebbero ascoltare i cittadini. C’è qualcosa che non torna in questo ragionamento – afferma la consigliera Sabrina Banzato – perché la lista del Sindaco Pascuzzi si chiamava insieme per cambiare non da soli per fare come ci pare!”

La maggioranza sa benissimo che fare ricorsi costa tanto e forse ha contato sul fatto che non si sarebbe potuto sostenere un altro ricorso (il M5S è già impegnato in un ricorso contro l’Unione dei comuni Pian del Bruscolo). “Vedremo se hanno fatto bene a rischiare così tanto. Noi intanto ringraziamo tutti coloro che hanno messo soldi personalmente in questa vicenda, perché i ricorsi costano ma i cittadini amano la giustizia e sono sempre disponibili a fare di tutto per ottenerla. Ovviamente se per qualche oscura ragione il ricorso fosse respinto, non ci fermeremo e chiederemo ancora con più forza il sostegno ai cittadini per quest'iniziativa.”


da Sabrina Paola Banzato
Consigliere M5S Gabicce Mare




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2018 alle 18:41 sul giornale del 09 agosto 2018 - 2125 letture

In questo articolo si parla di politica, gabicce mare, consigliere, night, by night, sabrina paola banzato, M5S Gabicce Mare, Daniele Torresan

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXnV