Vuelle in campo ad Avellino, coach Galli: "Sembra un'impresa impossibile, ma daremo il massimo come agonismo"

Galli a colloquio con la squadra 14/04/2018 - Sfida impossibile per la VL Pesaro sul campo della Sidigas Avellino. I bianco-verdi di coach Sacripanti navigano infatti a 32 punti in classifica, 20 in più dei biancorossi, e stanno attraversando un ottimo momento di forma, come dimostrano le due brillanti vittorie conquistate in settimana contro Cremona e nella semifinale di FIBA Europe Cup contro la squadra danese dei Bakken Bears.

Provare a fare il colpo in trasferta contro un simile avversario sarebbe per la Vuelle come tentare di scalare l’Everest in ciabatte, ma siccome i miracoli a volte avvengono, proprio quando meno te li aspetti, i ragazzi di coach Galli dovranno comunque scendere sul parquet del PalaDelMauro col massimo della grinta e della cattiveria agonistica, ben consapevoli del fatto che conquistare la vittoria contro i lupi irpini vorrebbe dire in pratica agguantare già la salvezza.

Per descrivere il livello tecnico dei prossimi avversari della Vuelle basta citare alcune statistiche di squadra: la Sidigas Avellino è infatti la prima formazione del campionato italiano come percentuali di realizzazione, sia nel tiro da due punti (57%) che in quello da tre (41%), ed anche per assist smazzati (oltre 18 a partita); ha il 3° migliore attacco del campionato, con una media di 84 punti a partita, ed è anche la quarta squadra per rimbalzi catturati (37 di media a gara). Qualcuno penserà: ma non possiamo dargliela vinta 2-0, così si risparmiano anche i soldi della trasferta?...

Non è di questo parere coach Massimo Galli, che così presenta la sfida che attende i suoi domani pomeriggio: “Avellino giocherà prima contro di noi, poi in Danimarca per il ritorno della semifinale di Europe Cup e infine andrà a Capo d’Orlando. Chiaro che per loro la priorità sarà la partita di Coppa, ma tutto sommato i bianco-verdi sono in piena lotta per i primi quattro posti in classifica e dunque hanno fame di punti. Hanno il terzo attacco del campionato e sono primi per le percentuali nel tiro da due e da tre, nonché negli assist, cifre che la dicono chiara su che tipo di potenzialità offensiva abbiano. In più, possono contare su un roster lunghissimo di giocatori che possono ricoprire più posizioni in campo, con un settore lunghi di enorme fisicità ed esterni dotati di un tiro micidiale dalla distanza. Sembrerebbe per noi un’impresa impossibile provare a vincere ad Avellino, ma le facce e gli atteggiamenti dei ragazzi in settimana sono stati molto positivi, come è ovvio dopo una bella vittoria come quella conquistata domenica scorsa, in un gruppo che, a parte i due nuovi arrivati, ha vissuto questa stagione piena di sconfitte. Domenica contro Pistoia siamo stati bravi a partire molto bene e poi a reagire al meglio dopo aver vissuto un momento di notevole difficoltà. Certo, non dobbiamo credere di avere già raggiunto il nostro obiettivo, perché mancano ancora cinque partite alla fine del campionato: non dobbiamo quindi sederci sugli allori e pensare che sia già fatta, ma dovremo sempre dare il massimo come agonismo sul campo, a cominciare dalla durissima sfida contro gli irpini. L’arrivo in biancorosso di Braun è stato per noi molto importante, perché Taylor si sta inserendo con molta rapidità nei giochi di squadra ed ha già guadagnato un ruolo importante nel collettivo, grazie alla sua grande disponibilità a mettersi al servizio del gruppo. Quanto a Clarke, è arrivato in condizioni fisiche non ottimali, ma sta crescendo molto rapidamente ed ora mi sembra che sia già vicino al top della forma. Come dire che ci sono le premesse giuste per ben figurare anche contro un’avversaria potente come la Sidigas Avellino, al di là di quello che potrà essere il risultato finale della gara”.

Sull’altra sponda, coach Sacripanti invita i suoi a non dare già per vinta la sfida contro la Vuelle: “Quella contro Pesaro sarà una partita dalle diverse sfaccettature, e comunque un incontro da non sottovalutare. Innanzi tutto sarà importante per noi conquistare punti ai fini della classifica, soprattutto perché giochiamo in casa. Per quanto riguarda il nostro gioco, c’è da dire che stiamo crescendo dal punto di vista dell’intensità nell’arco dei 40 minuti, un aspetto su cui abbiamo lavorato con grande dedizione. Loro hanno cambiato allenatore e hanno vinto una partita importantissima domenica, che potrebbe regalargli la salvezza: di sicuro verranno qui per provare il tutto per tutto e giocheranno con grande libertà mentale. Hanno inoltre cambiato qualche situazione offensiva e Clarke ha dato loro un buon ritmo, dal momento che con Rotnei in cabina di regìa riescono a giocare in maniera molto più lucida. È chiaro che l’approccio alla gara, la tensione mentale e gli aspetti tecnico-tattici avranno molta importanza. Dopo l’incontro di Europe Cup, abbiamo avuto solo due giorni per preparare questa partita e ci vorrà quindi tanto buon senso per coniugare la preparazione tattica per il match e la gestione fisica dei giocatori. La mia speranza è che Filloy possa recuperare in fretta la migliore forma dopo i problemi fisici che ha avuto negli ultimi tempi; oggi inoltre valuteremo bene lo stato fisico del ginocchio di Fesenko, che gli ha provocato qualche fastidio ieri. Spero di essere bravo nel far sì che i ragazzi affrontino il match contro Pesaro con grande intenistà e nel fargli capire che, per continuare il nostro processo di crescita, dovremo giocare concentrati per tutti i 40 minuti. A maggior ragione perché siamo già focalizzati sulla partita di mercoledì in Danimarca, che per noi vale tantissimo: dovrò quindi dar riposo a qualcuno dei nostri per arrivare al meglio, ma questo non vuol dire che potremo sottovalutare la sfida contro i biancorossi”.

Palla a due alle 17:30, mentre Capo d’Orlando scenderà in campo a Brindisi nel posticipo delle 20:45. Sperando che non costituisca un vantaggio per l’Orlandina l’aver già conosciuto il risultato della partita di Avellino.





Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2018 alle 01:28 sul giornale del 15 aprile 2018 - 841 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTAQ