La Onlus Gulliver in piazza per Telefono Azzurro, per difendere i bambini vittime di violenze

Onlus Gulliver Pesaro in piazza per Telefono Azzurro 13/04/2018 - Continua la collaborazione contro abusi e maltrattamenti nei confronti di bambini e adolescenti.

Quasi il 60% segnala difficoltà in famiglia, 2.800 i casi gestiti solo nel 2017.

Sabato 14 e domenica 15 aprile in Piazza Redi e in via Passeri iniziative con l’obiettivo di raccogliere i fondi che serviranno per sostenere il costante intervento in difesa dei bambini e degli adolescenti vittime di violenze e soprusi. In Italia, sono tanti i giovani che subiscono violenza fisica e psicologica.

Bambini e adolescenti maltrattati, privati della loro identità, schiacciati dalla paura del domani. Gli abusi sono un dramma, che spesso spinge i più deboli a compiere gesti estremi. Attraverso la sua linea di ascolto 1.96.96, Telefono Azzurro riceve in media 233 segnalazioni al mese, di queste il 58% è rappresentato da denuncie di situazioni di difficoltà all’interno della famiglia, il luogo che dovrebbe rappresentare un porto sicuro, in cui sentirsi protetti e al sicuro. Dei casi gestiti (2.800 solo nel 2017), in quasi il 14% è stata riscontrata una situazione di rischio familiare, con la conflittualità tra genitori al primo posto tra le cause, con un’incidenza del 36% all’interno della categoria.

Sono ancora troppe le situazioni di abuso e violenza ai danni di bambini e adolescenti all’interno delle mura domestiche, che costituiscono il 22% delle chiamate prese in carico dalla linea 1.96.96. La tipologia di violenza maggiormente denunciata è quella fisica, che rappresenta circa un terzo (32%) dei casi, mentre più di 1 su 5 (24%) riguarda contesti di abuso psicologico. Secondo un’indagine da Telefono Azzurro con Doxa Kids su un campione di studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, è emerso un altro dato allarmante relativo al dilagarsi del fenomeno del bullismo tra gli adolescenti. I 35% degli intervistati ha ammesso di aver subito almeno un atto di bullismo, il 68% dei quali è avvenuto nel contesto scolastico. Episodi che spesso non vengono denunciati per vergogna o per paura di ritorsioni, per questo su teme che gli episodi siano ben più numerosi. Il 31% delle vittime ha, infatti, preferito “lasciar perdere”, con un 23% che non lo ha detto a nessuno, neanche al miglior amico. Solo il 23% ha chiesto l’aiuto dei genitori.

Questa iniziativa, spiega Boccanera Andrea referente cittadino per le iniziative a sostegno di Telefono Azzurro, denominata “Fiori d’Azzurro” nasce con l’obiettivo di accendere il dibattito sul tema dell’abuso, coinvolgendo l’intera cittadinanza e soprattutto chi rappresenta per i ragazzi un punto di riferimento: insegnanti, educatori, genitori, rappresentanti del mondo sportivo, pediatrico e delle istituzioni.

Una vera e propria call to action che mira a promuovere un’azione sinergica, per limitare la propagazione di comportamenti devianti, diffondendo best practices e creando awareness rispetto agli strumenti messi a disposizione da Telefono Azzurro.

Telefono Azzurro da sempre è in prima linea, 24 ore su 24, con la linea gratuita 1.96.96, la chat, le app e i social network offrendo un supporto e aiuto immediato. Sostenete Telefono Azzurro.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2018 alle 21:23 sul giornale del 15 aprile 2018 - 1364 letture

In questo articolo si parla di attualità, telefono azzurro, Onlus Gulliver di Pesaro, Onlus Gulliver Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTAh