L'utilizzo dei fondi strutturali: il tema che verrà discusso nella prossima seduta del consiglio regionale

21/02/2018 - Via libera all'unanimità da parte della II Commissione consiliare “Sviluppo economico” per una proposta risoluzione in tema di fondi strutturali.

Al centro dell'atto la modifica del regolamento quadro del 2013 che contiene le disposizioni generali relative ai fondi europei per il periodo di programmazione 2014-2020. In primo piano “il meccanismo – si legge nella relazione della II Commissione - della cosiddetta riserva di performance, in base al quale, nel 2019 la Commissione europea verificherà il raggiungimento dei risultati intermedi conseguiti dai programmi operativi al 31 dicembre 2018”.

Qualora i risultati siano soddisfatti, la Commissione Ue “sbloccherà” il 6 per cento delle risorse stanziate per ogni Asse che “stando alla attuale formulazione del regolamento – prosegue la relazione - saranno destinate alla realizzazione di interventi previsti nell'asse di riferimento”.

Con la modifica in discussione si propone agli “Stati membri di scegliere di destinare, in tutto o in parte, la riserva di performance per sostenere le riforme strutturali” raccomandate nell'ambito della politica di convergenza macroeconomica. Nella risoluzione, che verrà discussa nella prossima seduta del Consiglio regionale, viene manifestata, forte perplessità sulla proposta di modifica che per la Regione Marche interesserebbe risorse per circa 36 milioni di euro.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2018 alle 12:40 sul giornale del 22 febbraio 2018 - 335 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRTs