Parco San Bartolo, riapre il “Tetto del Mondo”

tramonto dal Parco San Bartolo di Cristian Ghisla 10/02/2018 - Il consiglio direttivo dell’ Ente Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo ha approvato il progetto finalizzato a ripristinare la funzionalità del sentiero denominato “151- La Montagnola”, situato nei pressi di Casteldimezzo, quasi completamente distrutto dall’incendio dello scorso 4 e 5 agosto.

Il sentiero, caratterizzato da una valenza paesaggistica unica, ha perso la sua funzionalità in quanto la staccionata in legno che delimitava il tracciato dalla adiacente falesia è stata in gran parte incendiata rendendone interdetta la fruibilità per motivi di sicurezza. Anche la vegetazione presente che garantiva una barriera naturale è andata in gran parte distrutta. Nell’incendio sono inoltre emerse due aree belvedere prima nascoste dalla vegetazione arbustiva, che meritano un loro recupero ambientale finalizzato a renderle fruibili.

Caratteristiche dell’intervento. Il progetto prevede la ricostruzione della staccionata con elementi di castagno scortecciato, che andranno ad innestarsi ai tratti rimasti integri e a delimitare oltre al sentiero anche le due aree belvedere sopracitate, che verranno attrezzate con panchine e tavoli picnic. Sarà inoltre eliminata la vegetazione bruciata e rimossi alcuni piccoli manufatti in cemento armato, emersi con l’incendio. Verranno infine ripiantati arbusti di Biancospino, Prugnolo, Ginestra e alberi quali ad esempio Tamerici, Frassini e Ornielli, ad integrazione della vegetazione che stà rinascendo spontaneamente. Tutto questo allo scopo di riqualificare l’area dal punto di vista paesaggistico e ricreare le condizioni di funzionalità tanto richieste dai fruitori del Parco. Contestuakmente ai lavori sul sentiero verrà ripristinata la funzionalità anche dell’area belvedere di Casteldimezzo. Per ciò che riguarda i tempi di realizzazione, si ritiene che le opere possano essere ragionevolmente completate nell’arco di 3-4 settimane dal momento di inizio dei lavori.

La solidarietà dei cittadini, delle associazioni e delle istituzioni. Il progetto potrà essere realizzato grazie al fondamentale apporto di cittadini, attività economiche e associazioni, che aderendo alla campagna #RifiorisciSanBartolo, realizzata in collaborazione con i Comuni di Pesaro e di Gabicce Mare e con la Regione Marche, hanno raccolto e donato all’Ente Parco circa 15 mila euro. La campagna ha benificiato dell’apporto di Alessandro Baronciani autore dell’illustrazione donata alla città, diventata vero e proprio simbolo della volontà di rinascita del San Bartolo e dell’Artista Marco Morosini, autore della mostra “Dentro L’Incendio”, il cui ricavato è interamente stato devoluto alla causa.

Da menzionare anche le lodevoli iniziative dell’associazione sportiva Atletica 75 di Cattolica e degli operatori economici di Fiorenzuola di Focara e Casteldimezzo. A questa cifra si aggiungono i circa 15 mila euro che il Consigliere Regionale Andrea Biancani, sempre sensibile alle problematiche del territorio, ha messo a disposizione del Parco, risorse attinte dalla disponibilità del suo mandato presso la Regione Marche. Un importante contributo, pari a 5 mila euro è inoltre arrivato dalla Fondazione Banca Prossima di Banca Intesa, che ha ritenuto importante supportare l’iniziativa.

A tutti questi soggetti, vanno i più sentiti ringraziamenti da parte di tutto l’Ente Parco.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2018 alle 16:20 sul giornale del 11 febbraio 2018 - 4268 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Parco San Bartolo, foto pesaro, obiettivo pesaro, cristian ghisla, tramonto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRzo