Fdi: "La nostra provincia merita sicurezza, il Pd ha fallito"

27/01/2018 - Chi meglio delle Forze dell'Ordine può gridare aiuto riguardo alla crescente insicurezza nel territorio provinciale? Chi meglio di loro può rappresentare le grandi difficoltá legate alla mancanza del personale, all’età media dello stesso , alla insufficienza di mezzi per affrontare i servizi ? Chi meglio di loro può dirci che l’allarme criminalità, anche di stampo mafioso, nella nostra Provincia è ormai una realtà più che consolidata?

Sicuramente non i soliti personaggi politici che per sminuire l'allarme sicurezza, che é una triste realtà, preferiscono accusare di allarmismo chi si preoccupa dell'ordine pubblico!!!
I furti aumento ricordiamo , inoltre, la rapina in abitazione a Fermignano e i cittadini si sentono sempre più esasperati, impauriti ed insoddisfatti da uno Stato incapace di difenderli dall'aumento esponenziale della criminalità anche ad opera di immigrati e rifugiati. Ora prendiamo atto della sofferenza, sollevata dal SIULP attraverso il suo Segretario Marco Lanzi, della Polstrada a cui mancano gli etilometri per poter controllare e accertare lo stato di chi guida sotto l’influenza dell’alcol.

Fratelli D’Italia ha rappresentato più volte, con interventi e conferenze stampa, l'aggravamento della sicurezza pubblica. Più volte il Partito di Giorgia Meloni ha gridato il silenzio delle Istituzioni ad opera del Governo targato PD intento a perdere tempo con lo Jus Soli e poco attento al comparto sicurezza colpito da tagli e restrizioni.

Fratelli d'Italia ha raccolto il grido di allarme di chi come Marco Lanzi, rappresentante del SIULP, denuncia da tempo le carenze di risorse delle Forze dell'Ordine e l'aggravarsi della criminalitá. Ancora oggi Il Segretario Marco Lanzi grida disperatamente l'allarme sicurezza e la sofferenza di chi deve difendere l'incolumitá dei cittadini.
Guarda caso, leggiamo con stupore, che in risposta alle grida di allarme di Lanzi arriva il Partito Democratico attraverso le parole della ex Senatrice Camilla Fabbri la quale ci informa di aver più volte parlato col Ministro dell’Interno Minniti. Un conto, però, è parlarne un conto è la concretezza e portare a casa risultati reali. La Fabbri poteva sicuramente interessarsi più a fondo del tema sicurezza e farsi sentire dal Ministro dell'Interno prima della imminente campagna elettorale!

Quando più volte, assieme ai suoi colleghi parlamentari eletti nel nostro territorio e che siedono sui banchi della maggioranza, l’abbiamo chiamata in causa ma non abbiamo avuto risposte. Forse la senatrice Fabbri preferiva promuovere la legge Cirinná sulle coppie di fatto od il cavallo di battaglia del Segretario PD dello Jus Solo piuttosto che spendersi sulla sicurezza della nostra Provincia. Ma sappiamo tutti che in tempi pre elettorali succedono miracoli e vedrete che per il Partito Democratico la sicurezza diventerà una priorità almeno fino allo spoglio delle urne!!

Ora anche i parlamentari uscenti del PD si svegliano e si ricordano che i nostri cittadini non si sentono sicuri, che la criminalità cresce esponenzialmente e che lo Stato è assente nei confronti degli angeli custodi di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e delle altre Forze dell'Ordine. Vedremo fino a Marzo una sinistra votata alla Legge ed all'ordine eppure sappiamo bene che la volpe perde il pelo ma non il vizio e le tematiche della sicurezza del centro sinistra saranno solo uno specchietto elettorale per le allodole.

Ancora una volta Fratelli di Italia continua a farsi portavoce delle istanze di sostegno in favore dei nostri agenti in divisa e a chiedere un interessamento del Neo Signor Prefetto della provincia di Pesaro Urbino perché con i comunicati stampa del PD non si fa sicurezza ma pubblicità elettorale.

Fratelli D’Italia ha sempre presentato proposte concrete per andare incontro ad una soluzione del problema sicurezza ma non é difficile comprendere che la prima misura da attuare é quella di fornire la nostra Provincia di più uomini e mezzi. Ma sarebbe importante creare nei territori un tavolo, non istituzionale, dove discutere insieme alle Amministrazioni comunali e i rappresentanti delle Forze dell’Ordine come meglio collaborare anche mediante i servizi forniti dalla Polizia Locale. Abbiamo inoltre chiesto di implementare il servizio di video sorveglianza suggerendo alle Amministrazioni Comunali di proporre delle convenzioni con ditte locali per incentivare anche il privato cittadino a investire in sicurezza.

Chiediamo un impegno forte della Prefettura a favore delle Forze di Polizia perché vengano messe nelle condizioni di poter lavorare serenamente per la sicurezza di tutti.

Auguriamo al neo Prefetto buon lavoro e ringraziamo tutto il personale della Prefettura senza dimenticare il costante impegno delle Forze dell'Ordine per le recenti operazioni concluse positivamente. In particolare gli ultimi arresti per droga della Polizia di Stato ed il fermo degli autori di furto, quattro Albanesi e quattro Rom italiani, da parte dei Carabinieri .

Le nostre Forze dell’Ordine, nonostante tanti sacrifici e la mancanza di risorse, continuano a lavorare, conseguendo brillanti risultati. Il loro lavoro va incentivato con azioni concrete e reali e con la certezza di uno Stato che apprezza il loro lavoro e vigila alle loro spalle.


da Stefano Pollegioni
Direttivo FDI-AN Pesaro Urbino
Delegato provinciale Comparto Sicurezza FDI-AN




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2018 alle 01:17 sul giornale del 27 gennaio 2018 - 1018 letture

In questo articolo si parla di fano, urbino, politica, pesaro, Stefano Pollegioni, fratelli d\'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQ7d