Hangartfest, sabato 23 settembre giornata conclusiva

Hangartfest 22/09/2017 - Sabato 23 settembre volge al tearmine a Pesaro Hangartfest, festival di danza contemporanea giunto alla XIV edizione, promosso da Atelier Danza Hangart e Proartis e sostenuto da Comune di Pesaro e AMAT.

La giornata conclusiva presenta due lavori che arrivano in scena al termine di due residenze in città. Dal 18 al 23 settembre il festival ha infatti accolto le residenze artistiche selezionate tramite la call europea Essere Creativo promossa da AMAT e Hangartfest.

Alle ore 21 alla Chiesa della Maddalena il primo appuntamento è con il coreografo Marco Di Nardo, italiano trapiantato a Berlino dove ha creato la Frantics Dance Company, che presenta in prima nazionale Never, lavoro danzato da Carlos Allere e dallo stesso Di Nardo realizzato in collaborazione con Theater Sthral Berlin. Scrive il coreografo: “utilizziamo costantemente il nostro linguaggio del corpo per creare immagini che si trasformano nel tempo, cercando di approfondire il modo in cui la memoria dell’uomo si comporta quando ricorda i fatti del passato o crea situazioni che non sono ancora avvenute. Ci domandiamo come il tempo sia visto dalla prospettiva dell’essere umano, quindi vogliamo indagare l’idea di utilizzare le immagini in movimento dello scorrere del tempo. Immagini che usiamo quali rappresentazione della nascita del conflitto quando il cervello cerca di ricordare un evento: un momento passato non sarà mai lo stesso nella memoria e il futuro è ancora in corso”.

A seguire, alla Chiesa dell’Annunziata, ore 22, il coreografo Mario Coccetti offre in prima regionale Undertaker blues, lavoro che ritaglia la scena come un coltello affilato evocando un apologo suggestivo e surreale. I danzatori assumono un ruolo narrativo come attori cinematografici. Le atmosfere si rifanno all’immaginario del Gabinetto del Dottor Caligari di Robert Wiene e alle recenti pellicole coreane in cui il confine tra reale e percezione della realtà è illusorio e fragile. La coreografia di Mario Coccetti è interpretata da Rocco Suma e Salvatore Sciancalepore. Il lavoro è prodotto dall’Associazione Cinqueminuti in collaborazione con Teatri di Vita, Teatro Due Mondi e De Micheli Festival.

Ingresso, valido per entrambi gli spettacoli: intero 8 euro, ridotto 6 euro.

Per informazioni: Teatro Rossini 0721 387621, 389 6657785.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2017 alle 08:54 sul giornale del 23 settembre 2017 - 820 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, amat marche, HangartFest

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNgi