Comune-Amat, Baiocchi (FdI-An): "Questa poca trasparenza non fa che alimentare sospetti nella gestione del denaro pubblico"

Nicola Baiocchi e Giorgia Meloni 16/07/2017 - Notiamo con profondo disappunto che persino dopo la proposizione di un esposto alla Magistratura ed altri enti di controllo in ordine alla gestione "poco chiara" da parte del Comune di Pesaro e di Amat circa l'utilizzazione dei fondi pubblici per la gestione di eventi, il modus operandi non è in alcun modo cambiato.

Abbiamo denunciato alla Magistratura nello specifico l'impossibilità del Comune di Pesaro di delegare manifestazioni ad AMAT che non siano oggetto della Convenzione. Vale la pena ricordare che la Convenzione stipulata tra il Comune e AMAT recita “convenzione per la collaborazione tra Comune di Pesaro e AMAT nella gestione delle attività teatrali” e nulla prevede in ordine a manifestazione, sagre, concerti ecc.

La motivazione della esternalizzazione ad AMAT di tali servizi appare quanto mai ovvia, ovvero il Comune eroga ad AMAT con determine di spesa generiche tantissimi soldi, ed AMAT li gestisce come longa manus del Comune ma senza essere vincolata alla normativa pubblica sugli appalti e trasparenza amministrativa, tanto che, negli unici dati in nostro possesso, si evince in maniera inequivocabile che Amat poi paga servizi agli stessi fornitori con cui abitualmente lavora il Comune di Pesaro, senza alcuna valutazione circa l'economicità della prestazione e l'affidabilità dell'azienda.

E' notizia di pochi fa che il Comune di Pesaro, da quanto sembra, abbia utilizzato AMAT anche per la gestione dei concerti che si stanno svolgendo allo Stadio Benelli e da quello che ci risulta il Comune non abbia stipulato alcun accordo con la Società MCA Eventi, che non ci sia agli atti nessun contratto di servizio e nessuno sa che accordi intercorrano anche in ordine alla gestione dell'evento, ai costi sostenuti, alle spese di rifacimento del manto erboso ecc. Visto il palese fallimento degli eventi chi si farà carico delle spese sostenute e delle eventuali penali per la cancellazione dei concerti? Gli organizzatori, il Comune, Amat? nulla è dato da sapersi.

Il fallimento di questa manifestazione rafforza quello che sosteniamo da tempo che l'approssimazione, la voglia di fare tanto per fare, a discapito di tutto e tutti non porta nessun beneficio in termini di turismo e servizi al cittadino; dobbiamo evitare di scimmiottare altre realtà molto più organizzate di noi, vedi Cattolica, che hanno una esperienza trentennale nell'ambito dei concerti e manifestazioni.

Questa poca trasparenza non fa che alimentare sospetti nella gestione del denaro pubblico che noi cittadini abbiamo il diritto di conoscere, soldi che escono dal Comune di Pesaro e indirizzati ad Amat e non si sa quale fine facciano. Ci auguriamo che gli organi di controllo chiariscano tutto ciò e ripristino i più elementari principi di trasparenza amministrativa. Nicola Baiocchi-


da Nicola Baiocchi
Portavoce di Pesaro 
Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2017 alle 10:13 sul giornale del 17 luglio 2017 - 2144 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, giorgia meloni, fratelli d'italia-alleanza nazionale, Nicola Baiocchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aLhx





logoEV