Terza edizione di MU.N - Music in Notes in Pesaro

violino di Marco Gialluca 3' di lettura 23/06/2017 - Dopo il successo di pubblico ottenuto lo scorso anno torna a Pesaro dal 27 giugno al 1 agosto la terza edizione di MU.N - Music in Notes in Pesaro, rassegna di musica classica curata artisticamente da Eugenio Della Chiara, promossa dal Comune di Pesaro in collaborazione con AMAT e con il sostegno di Alexander Museum Palace Hotel.

Il programma si compone di sei appuntamenti con musiche che attraversano un arco temporale dal Settecento ai nostri giorni, con cadenza settimanale nella suggestiva cornice della Chiesa dell’Annunziata.

L’inaugurazione il 27 giugno è con Elisa Cerri e Eugenio Della Chiara, fortepiano e chitarra un duo oggi insolito, molto popolare però nei primi anni del XIX Secolo. La chitarra e il fortepiano rievocano l’orchestra rossiniana per poi addentrarsi in un repertorio concepito per i salotti viennesi, dalle miniature di Beethoven alla sonata D 821 di Schubert, brano composto per uno strumento – l’arpeggione – che presenta molte affinità con la chitarra.

Il 4 luglio attende il pubblico alla Chiesa dell’Annunziata il pianista Andrea Rebaudengo con un programma pensato come un’unica suite i cui movimenti attraversano il tempo: Montalbetti si specchia nella musica di Ravel, dando vita – con le sue Stanze – a qualcosa che si configura più come un dialogo con le sonorità del maestro francese che come un alter ego dei Miroirs. Wanderer Guitar Duo, Giacomo Copiello e Michele Tedesco, arriva a MU.N l’11 luglio con un programma interamente incentrato su grandi autori dell’Ottocento. Giacomo Copiello e Michele Tedesco guideranno il pubblico tra le possibilità timbriche del duo di chitarre, formazione che riesce a dare voce - in modo talvolta sorprendente - alle istanze del romanticismo musicale.

Il violino di Marco Gialluca è il protagonista del concerto del 18 luglio con un ardito programma che vive di richiami tra il Barocco - secolo d’oro della composizione per violino solo - ed il Novecento. Il dialogo tra le corde di questi due mondi musicali è affidato a Marco Gialluca, virtuoso che nonostante la giovanissima età ha già dato prova di sé su palcoscenici importanti, su tutti quello della Società del Quartetto di Milano.

Il programma proposto da Roberta Pandolfi il 25 luglio si configura come un omaggio alla varietà stilistica e formale che contraddistingue il repertorio pianistico. Tra le musiche di Brahms, Beethoven e Prokof'ev troverà spazio anche una composizione di Comitini - autore già noto al pubblico pesarese - ispirata ad un brano operistico di Dvořák.

La conclusione di MU.N - Music in Notes in Pesaro il 1 agosto è affidata a Juan Francisco Gatell ed Eugenio Della Chiara (tenore e chitarra) in un programma che spazia da arie, serenate a canzoni: questo programma prende le mosse dal repertorio operistico del Settecento e del primo Ottocento, per poi soffermarsi su alcuni autori del secolo scorso che si sono accostati alla musica vocale valorizzandone le forme di origine popolare.

Per informazioni e biglietti (8 euro, carnet 3 concerti 20 euro): biglietteria Tipico.tips 0721 34121, AMAT 071 2072439, www.teatridipesaro.it, www.amatmarche.net.
Biglietteria presso Chiesa dell’Annunziata (389 6657785) dalle ore 20 delle sere di concerto.

Inizio concerti ore 21.15.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2017 alle 16:54 sul giornale del 24 giugno 2017 - 1120 letture

In questo articolo si parla di teatro, politica, spettacoli, violino, amat marche, MU.N - Music in Notes in Pesaro, Marco Gialluca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKCp





logoEV