Ricci inaugura la piscina Pentathlon con Gentiloni e Malagò

Ricci inaugura la piscina Pentathlon con Gentiloni e Malagò 19/06/2017 - Il sindaco: accordo con Gse, fondi per completare la palestra al piano superiore.

Il direttore dei lavori Alfredo D’Ercole fa da cicerone al premier Paolo Gentiloni, nel primo giro all’interno della piscina Pentathlon di via Togliatti.

Ingresso, grande vasca, spogliatoi: «Struttura bellissima», il commento del presidente del consiglio. «Un impianto che racchiude più significati: il lato sportivo, la sostenibilità, l’apertura ai cittadini». Poi aggiunge: «L’opera si è sbloccata grazie all’impegno di Matteo Ricci e Giovanni Malagò». Il presidente del Coni cita «la famiglia Scavolini, Magnifico e Costa, Massimo Ambrosini». Saluta il pentatleta azzurro Riccardo De Luca (presente in via Togliatti, ndr). Manda «un abbraccio al grande campione Filippo Magnini, che ha conquistato il pass per i mondiali di Budapest». Scherza su Valentino Rossi: «E’ più di Tavullia o di Pesaro? Più di Pesaro (seguendo la platea, ndr)? Ma è d’accordo? Va bene: un po’ di campanilismo non guasta».

Quindi va al punto: «Una struttura per gli agonisti, ma anche per le attività di base. Aperta al pubblico: sarà possibile la fruizione pagando un ticket convenzionato». Ancora: «Ci sono state complessità, con Ricci ci siamo sentiti tante volte. Se l’opera si è fatta è stato grazie alla sua abnegazione». Sulla gestione: «Con l’apporto del Gse si riusciranno a trovare le chiavi di equilibrio finanziario relative ai costi della manutenzione e alla possibilità di ammortizzare l’investimento. Era l’anello mancante che cercavamo. Ci saranno esercizi commerciali, daremo un contributo anche all’occupazione».

Spiega Matteo Ricci: «Con governo e Gse avviamo un meccanismo virtuoso: investimenti su scuola, sport, socialità. Incentrati sull’efficientamento energetico. Renderanno la città più bella, sicura e sostenibile. La piscina era un progetto che da tempo seguivamo: dopo l’assegnazione dei lavori, come spesso capita sulle grandi opere, ci sono stati problemi procedurali. Grazie alla caparbietà di Malagò e del presidente Fipm Magini, insieme siamo riusciti a dare alla città e alla federazione un impianto notevole. Che ora sarà completato anche nel piano superiore, con una palestra all’avanguardia, grazie all’accordo con il Gse (un milione e 750mila euro di contributi su sette milioni e 500mila euro di investimento, ndr)».

Prosegue il sindaco, affiancato dall’assessore Mila Della Dora: «La struttura nasce in un’area lungo il fiume caratterizzata da impianti da calcio, campo scuola, parco Miralfiore, piste ciclabili. Un asse che prevede anche la zona di via dell’Acquedotto, che riqualificheremo con gli 11 milioni e 200mila euro ottenuti dal bando periferie del governo». Sugli impianti sportivi, aggiunge, «abbiamo investito e continuiamo a farlo, anche per candidarci sempre più a ospitare grandi manifestazioni».

Ricci ringrazia «tutti i progettisti, gli operai, le ditte che hanno lavorato». Citando Zolfanelli e Cicai in primis: «Le abbiamo fatte correre, ma erano legate alla città. E hanno dato tutto: inaugurare oggi con il presidente del consiglio è un grande risultato».

Rimarca Gentiloni: «E’ difficile raccontare di opere che non abbiano vissuto peripezie. Quello che conta è che chi ha la responsabilità sia poi in grado di superare gli ostacoli».

Così il presidente Fipm Valter Magini: «La Federazione ha voluto fortemente la nascita di questo impianto, sia nella progettazione che nella realizzazione. C’è voluto più del tempo necessario, ma non è dipeso dalla nostra volontà né dai nostri partner. Anzi: grazie a Comune, Coni e Credito sportivo riusciamo a inaugurare la struttura, che è un gioiello di impiantistica sportiva. Entrerà in funzione a settembre, servirà alla città e alle attività federali. Qui saranno organizzati raduni collegiali, per atleti d’elite ma anche per le giovanili. Nel prossimo futuro verrà realizzata una palestra di scherma e un poligono di tiro, che ci permetteranno di allestire eventi di carattere nazionale e internazionale. Un impianto del tutto ecosostenibile».





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2017 alle 20:30 sul giornale del 20 giugno 2017 - 4025 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, malagò, Gentiloni, piscina Pentathlon

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKt2