Progetto “Scrivo come sono”. Settima edizione del percorso dedicato alla scrittura

scrivere, matita 19/05/2017 - Si concluderà lunedì 22 maggio, alle ore 11.15, al cinema teatro Loreto, il progetto “Scrivo come sono”, settima edizione del percorso dedicato alla scrittura che la biblioteca San Giovanni e l’associazione Lamar propongono alle scuole secondarie di 1° grado di Pesaro.

L’obiettivo è quello di consolidare e arricchire le quattro abilità canoniche dell’insegnamento linguistico: parlare, ascoltare, leggere, scrivere.

«Non lo sai? Scrivendo e leggendo ci si imbatte nelle proprie emozioni. Conviene imparare da piccoli, cosa credi? Meglio imparare da subito a tuffarsi in un libro, imparare a riconoscere e a dire le proprie sensazioni. Più tardi sarebbe troppo tardi. Davvero. Potrebbero arrestarci per analfabetismo affettivo» (Antonio Ferrara Da piccolo caddi in una pagina, abbecedario letterario)

“Scrivo come sono” è un invito rivolto a ragazzi di 14 anni (6 classi e 127 studenti degli istituti scolastici Olivieri e Tonelli di Pesaro) ad avvicinarsi alle parole per esprimere un’emozione, descrivere un ricordo, interpretare una percezione o restituirla attraverso la composizione di un piccolo dizionario linguistico nel quale, ad ogni voce della lingua, risponde un frammento di vita interiore e di vita vissuta.

Il progetto, realizzato in collaborazione e con il supporto di Pentel Italia, è curato da Federica Campi e Erika Moretti (associazione Lamar di Pesaro).
Federica Campi (scrittrice ed esperta di laboratori linguistici in ogni grado scolastico) propone ai ragazzi attività per diventare consapevoli della carica creativa, alla portata di tutti, della lettura e della scrittura.
Erika Moretti (consulente del linguaggio grafomotorio) offre agli insegnanti la lettura grafologica delle scritture, nelle quali si dispiegano il mondo emotivo, le potenzialità, i rischi evolutivi e le risorse innate di ciascun ragazzo, per comprendere, consolidare e rendere significativa la relazione educativa.

A chiusura del progetto i testi prodotti durante le attività in classe e in biblioteca diventano materiale per una rappresentazione, curata da Federica Campi, in cui gli studenti salgono sul palco per interpretare loro stessi e i loro compagni in un caleidoscopio di sensazioni, ricordi ed emozioni della loro vita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2017 alle 11:24 sul giornale del 20 maggio 2017 - 953 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, scrivere, Comune di Pesaro, matita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJwr