A fari spenti zigzagava in autostrada. Fermato camionista romeno ubriaco

Controlli polizia stradale 19/05/2017 - Diverse le segnalazioni giunte nella serata di mercoledì , presso la Sala Radio della centrale operativa della Sottosezione di Polizia Stradale di Fano, che opera in A14 su un tratto autostradale lungo ed impegnativo. Numerosi conducenti hanno segnalato tempestivamente un autoarticolato che , già dalle ore 20,30 in transito nell’ambito provinciale pesarese, procedendo a velocità incostante, zigzagava pericolosamente tra una corsia e l’altra , addirittura a fari spenti, in carreggiata.

L’ingaggio è avvenuto poco dopo il Casello di Fano , ma prima che il conducente interpretasse l’intimazione di alt da parte delle due pattuglie della Polizia Stradale accorse per mettere in sicurezza la corsa del mezzo pesante , sono trascorsi molti chilometri. L’intervento tempestivo, l’immediato rintraccio e la presenza alternata in testa ed in coda degli agenti , in una mirata e professionale azione di rallentamento e messa in sicurezza del mezzo pesante, hanno scongiurato ben più gravi conseguenze. Gli altri utenti della strada ,hanno assistito atterriti all’ingombrante pericoloso incedere dell’autoarticolato che per molti kilometri ha invaso , senza alcuna dinamica di canalizzazione coerente, le varie corsie mettendo in serio pericolo l’incolumità degli altri conducenti che hanno incrociato , precedendolo , il mezzo.

Il tir, composto da un trattore stradale Daf ed un semirimorchio marca Krone entrambi di nazionalità rumena ed appartenenti ad un ditta di trasporti con sede in Suceava SV (Romania), è riuscito ad essere definitivamente messo in sicurezza presso l’Area di Servizio Esino . Il conducente , un trentenne rumeno, sceso con difficoltà dalla cabina di guida ha da subito manifestato, oltre allo stato di gran difficoltà d’orientamento , una sintomatologia da abuso alcoolemico. Le prove ed i primi accertamenti hanno attestato un tasso di alcool oltre il 2,70 g/l . Ma le stesse difficolta di percezione e lo stato alterato di coscienza hanno reso necessario l’accompagnamento presso il nosocomio di Senigallia.

Il camionista, quindi è stato indagato in stato di libertà , con immediato contestuale ritiro della patente professionale (CIGC) finalizzato alla revoca definitiva , fermato l’intero complesso veicolare ; oltre alle conseguenze penali , la previsione di arresto fino ad un anno e mezzo ed ammenda fino a 9000 euro. Negli scorsi giorni, sempre in ambito di controlli , effettuati su più quadranti orari , gli operatori della Polstrada, si sono visti costretti ad elevare ben 509 contesti per altrettante infrazioni su strada .

Il Comando Provinciale della Polstrada di via Gagarin, sotto la direzione del Vice Questore Agg. Colantuono Dott. Antonio, ha impiegato – nel corso della settimana - lungo le principali arterie cittadine e tratte provinciali, ben nr. 55 pattuglie, in altrettanti servizi - oltre alle 60 garantite in ambito autostradale sulla tratta di pertinenza - che hanno sottoposto a verifica complessivamente 1395 veicoli e 1717 persone. Tra questi , spiccano ben 565 mezzi pesanti , oltre 20 autobus destinati al trasporto persone ed 800 autovetture .

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e contrasto ai fenomeni della guida in stato d’ebbrezza son stati controllati circa 54 conducenti e tra questi 3 sono risultati positivi, mentre altri 4 hanno evidenziato assunzioni di poco sotto la soglia limite di 0,50 g/l . Particolare attenzione al traffico, nei pressi della località Fossombrone dove si è svolta la manifestazione “ Trionfo del Carnevale 2017” circostanza per la quale è stata predisposta una ulteriore attenta vigilanza stradale . In tale contesto , un giovane di Terre Roveresche , poco prima dell’alba è stato notato procedere in maniera pericolosa zigzagando e con andatura sostenuta, in pieno centro a Fano. Sottoposto a controllo, ha evidenziato difficoltà a mantenere l’equilibrio ed articolare il linguaggio, tradendo un forte alito alcolico, tanto da risultare alla prova con etilometro positivo con il rilevante tasso alcolemico di 2,50 g/l – ben 5 volte la soglia massima consentita; nei suoi confronti è scattata la più grave sanzione pecuniaria che va da 1.500 a 6.000 Euro con la proposizione della pena dell’ arresto da 6 mesi ad 1 anno , aumentata di un terzo per aver commesso il fatto in ore notturne, oltre la decurtazione di 10 punti, e sospensione della patente di un anno . Il veicolo condotto , un Nissan Juke , è stato sottoposto a sequestro amministrativo per la successiva confisca .

Analoga sorte, ma con sanzioni più tenui, per un venticinquenne di Montefelcino intercettato alla guida con un tasso alcolemico di 1,21 g/l e per un altro giovane conducente di Apecchio . Il solo servizio di contrasto alla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti , in poche ore ha portato al ritiro complessivamente di 4 patenti ed alla decurtazione di 34 punti per violazioni diverse. Anche per il prossimo fine settimana saranno disposti servizi mirati di prevenzione e contrasto alla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti.







Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2017 alle 12:17 sul giornale del 20 maggio 2017 - 2179 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, polizia stradale, pesaro, etilometro, controlli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJwo