Vis Pesaro, è finale playoff (in casa)! A L'Aquila Costantino-gol e San Nicoló battuto 0-1

14/05/2017 - Testa, cuore, qualità, spirito di adattamento: allo Stadio “Gran Sasso-Italo Acconcia” de L’Aquila la Vis sconfigge il San Nicolò Teramo per 0-1 e vola in finale playoff del girone F di Serie D.

Decide una zampata di Costantino al 72’.Ora appuntamento domenica prossima al “Tonino Benelli”: in finale si sfiderà l’Olympia Agnonese, oggi vittoriosa a Matelica per 1-3. Ecco la cronaca della gara in terra aquilana.

La Vis Pesaro scende in campo col solito camaleontico 4-2-4, che come qualche giornata a questa parte vede l’impiego del prolificissimo tandem Costantino-Falomi, supportato da Comi e Cremonesi. Rientrano dalle rispettive squalifiche Gennari e Grieco. Gli abruzzesi, dal canto loro, si affidano a un 4-3-2-1 che ha in Traini il degno terminale offensivo. E’ una Vis accorta quella che si vede nei primi istanti di gara, ma già al 4’ i teramani reclamano per un presunto tocco di mano di Stefanelli in uscita dall’area con Massetti lanciato. Al 6’ conclusione alta di Petronio, ben appostato sulla trequarti. Quando sono trascorsi 10’ sul cronometro, due occasioni potenzialmente ghiotte di marca vissina che passano sui piedi di Rossi e tuttavia non si concretizzano: prima un tiro dalla media distanza che termina sopra la traversa, poi qualcosa rassomigliante a un pallonetto che per nulla sorprende Ciotti. I biancorossi si coprono a sufficienza, cercano di spingere per vie laterali e sfruttare qualsiasi pertugio gli avversari possano offrire. Ghiottissima occasione per il San Nicolò al 37’: affondo sul fondo di Chiacchiarelli, cross millimetrico in mezzo per la testa di Stivaletta che per un nulla manca l’appuntamento con la rete. Risponde Rossoni al 42’, il cui diagonale dalla lunga distanza per poco non lambisce il palo alla destra di Ciotti. La seconda frazione vede, sulla scia della prima, un giro palla costante da parte di tutte e due le squadre, giustificato dalla necessità di non scoprirsi eccessivamente vista l’importanza della posta. Al 53’ gran botta di Bisegna al limite dell’area che termina di poco sopra il montante. L’estremo vissino Stefanelli, nel tentativo di deviare il pallone sopra la traversa, cade male e si procura un sanguinoso taglio alla fronte che costringe Sassarini alla sostituzione con Iglio (contestualmente esce pure Comi in favore di Tedesco). Al 69’ un fendente di Moretti terminato in rete fa gridare al vantaggio, ma il direttore di gara ravvisa in precedenza un fallo di un compagno ai danni di Gennari. La legge “gol sbagliato, gol subito” è spietata, ma oggi sorride ai biancorossi: al 72’ angolo di Rossi, qualche rimpallo convulso e Costantino che insacca a due passi. Tifo pesarese letteralmente esploso e Costantino sotto lo spicchio pesarese a farsi capo ultras aggiunto. Un solo minuto dopo, ennesima progressione sulla fascia del concreto attaccante abruzzese e diagonale che solo un ben appostato Ciotti può fermare. E’ ancora Vis: al minuto 80 Tedesco atterrato al limite dell’area, punizione di Mureno che per poco non si insacca alla sinistra del portiere avversario. L’allontanamento di Sassarini per essere entrato di svariati metri sul tdg a dare indicazioni ai suoi ragazzi e 6’ di recupero non scalfiscono la Vis, che finalmente può esplodere di gioia per una vittoria soffertissima e per questo strameritata.

SAN NICOLO’ TERAMO (4-2-3-1)

Ciotti; Di Stefano, Milillo, De Santis, Mozzoni; Petronio, Stivaletta (Di Benedetto al 76’); Massetti (Kane all’85’), Bisegna, Chiacchiarelli; Traini (Moretti al 64’). A disposizione: Recchiuti, Zeetti, Pretara, Di Lullo, Iorio, De Carolis. Allenatore: Massimo Epifani.

VIS PESARO (4-2-4)

Stefanelli (Iglio al 57’); Rossoni, Paoli, Gennari, Ficola; Grieco, Rossi; Cremonesi, Costantino, Falomi (Mureno al 75’), Comi (Tedesco al 57’). A disposizione: Del Pivo, Massarucci, Dadi, Lignani, Bugaro, Raparo. Allenatore: David Sassarini.

Reti: Costantino al 72’

Ammoniti: Massetti, Bisegna, Milillo - Gennari, Rossi

Espulsi: all’87’ allontanato il mister della Vis Pesaro David Sassarini.

Note: recupero 1’-6’; angoli; 800 spettatori, di cui 500 tifosi pesaresi;cielo parzialmente velato, temperatura gradevole, leggero venticello.

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia

Assistente 1: Montagnani di Salerno

Assistente 2: Caso di Nocera Inferiore

Altra semifinale di giornata:

Matelica-Olympia Agnonese 1-3 (Ibojo - Ricamato, Ragatzu, Guida)








Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2017 alle 16:57 sul giornale del 15 maggio 2017 - 4588 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, vis pesaro, vis pesaro 1898, vis, articolo, Riccardo Spendolini, vis pesaro calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJkJ





logoEV