Assemblea BCC Pesaro: nel 2016 segnali positivi per l’economia del territorio

 BCC Pesaro 08/05/2017 - Con un utile netto di 1 milione e 900mila euro e oltre 267 milioni di crediti erogati alle imprese si conferma solido il bilancio della Banca di Pesaro, approvato nell’assemblea dei Soci che si è svolta sabato 6 maggio all’Hotel Flaminio. “Anche sul nostro territorio emergono incoraggianti segnali di ripresa”, ha commentato il presidente Massimo Tonucci.

Nonostante la crisi, il bilancio della Banca di Pesaro Credito Cooperativo si conferma decisamente solido: il 2016 si è infatti chiuso con un utile netto di 1 milione e 900mila euro, 494 milioni di raccolta complessiva da clientela (di cui 68 milioni con risparmio gestito) e un patrimonio netto di 54 milioni di euro. Oltre 267 milioni di euro il credito erogato sul territorio e un CET1 Ratio (indicatore che valuta la stabilità della Banca) del 22,80%, nettamente superiore alla media nazionale: questo, in sintesi, il bilancio approvato dall’Assemblea dei Soci riunita sabato 6 maggio scorso a Pesaro presso l’Hotel Flaminio, durante la quale gli oltre 400 presenti hanno anche deliberato all’unanimità l’adesione al Gruppo Bancario Iccrea.

“Gli ultimi dieci anni sono stati tra i più difficili mai attraversati dall’economia mondiale”, commenta il presidente di BCC Pesaro, Massimo Tonucci” e, come è noto, anche sul nostro territorio gli effetti della crisi sono stati devastanti. Su questo scenario ancora molto complesso, però, si intravede qualche segnale positivo: le aziende che hanno innovato e investito sui mercati esteri sorridono e lavorano. La nostra Banca lo ha visto anche nel sostegno all’economia reale, che si è concretizzato, tra l’altro, negli oltre 267 milioni di euro di finanziamenti alle imprese erogati nell’anno appena trascorso”.

L’assemblea del 6 maggio si è configurata come un momento chiave per la storia della Banca. Oltre all’illustrazione dei risultati conseguiti nel 2016, l’Assemblea è stata infatti chiamata a decidere in merito all’adesione a un Gruppo Bancario Cooperativo, secondo quanto stabilito dalla legge 49/2016 nota come Riforma del Credito Cooperativo. La riforma prevede che ciascuna BCC aderisca a un gruppo bancario con capogruppo una società per azioni, e Iccrea Banca SpA, di cui la Banca di Pesaro detiene già una partecipazione, ha formalizzato la propria candidatura ad assumere il ruolo di capogruppo del costituendo Gruppo Bancario Cooperativo.

“Con Iccrea Banca condividiamo percorsi e obiettivi” ha affermato il presidente Tonucci. “Il Gruppo Iccrea è una realtà consolidata e fornisce servizi e opportunità che consentono alle BCC di operare in modo competitivo all’interno di scenari bancari nazionali e internazionali”. Iccrea Banca possiede tutti i requisiti richiesti dalla normativa per le candidate capogruppo e, con un patrimonio netto su base consolidata di 1,7 miliardi di euro e un capitale libero di circa 500 milioni, non necessita di apporti di capitale da parte delle BCC aderenti.

“Con l’adesione al Gruppo Iccrea saremo più forti”, ha concluso Tonucci, a nome del Consiglio di Amministrazione della Banca. Continueremo a servire al meglio il territorio nel quale operiamo e siamo fortemente radicati, mantenendo la nostra autonomia all’interno di un quadro più strutturato e competitivo”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2017 alle 09:05 sul giornale del 09 maggio 2017 - 2159 letture

In questo articolo si parla di attualità, bcc, pesaro, massimo tonucci, BCC Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aI88





logoEV