“Moneta bene comune”, il 6 maggio a Gradara convegno nazionale con economisti e giornalisti

Banconote 1' di lettura 04/05/2017 - Alle 9.30 con il Gruppo economia cittadini di Ferrara, alle 15.30 confronto tra esperti, tra cui i professori Andrea Fumagalli dell’Università di Pavia e Mauro Gallegati dell’Università Politecnica delle Marche.

“Moneta bene comune: per un sistema bancario che lavori per la società, e non contro di essa” è il titolo del primo convegno nazionale che si svolgerà sabato 6 maggio al Teatro comunale di Gradara, alle ore 9.30 e alle ore 15.30.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Gradara in collaborazione con il comitato promotore di “Moneta bene comune” e la rappresentanza italiana di “Quantitative Easing per le persone”, vedrà esperti, giornalisti e amministratori confrontarsi sulla creazione di moneta e sulle migliori politiche di utilizzo del “quantitative easing” della Bce.

Il programma prevede alle ore 9.30 la conversazione “L’altra faccia della moneta” a cura di Gecofe (Gruppo economia cittadini di Ferrara) che introdurrà le tematiche del pomeriggio, mentre alle ore 15.30 il convegno vedrà gli interventi dei professori Andrea Fumagalli dell’Università di Pavia e Mauro Gallegati dell’Università Politecnica delle Marche, del saggista e giornalista economico Thomas Fazi e, in collegamento dalla Svizzera, di Sergio Morandi e Kostantin Demeter per “Iniziativa Moneta Intera”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2017 alle 10:21 sul giornale del 05 maggio 2017 - 730 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, pesaro, pesaro e urbino, notizie pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aI1w





logoEV