Sposarsi nel castello di Colbordolo o di Montefabbri? Ora a Vallefoglia si può

matrimonio 20/03/2017 - La Giunta Comunale di Vallefoglia ha deliberato la possibilità di poter svolgere, come già avviene nella Sala Alfieri della sede municipale di Sant’Angelo in Lizzola, anche nei castelli di Colbordolo e Montefabbri i matrimoni civili per chi lo desidera.

Considerato che negli ultimi anni si è registrato un progressivo incremento dei matrimoni civili, l’Amministrazione ritiene di dover offrire al crescente numero di persone che chiedono di sposarsi presso la Città di Vallefoglia, una varia scelta di locali da adibire a tale funzione. Oltre alla sala già destinata a matrimoni nel castello di Sant’Angelo in Lizzola (Palazzo Mamiani), sede del Municipio, sono state individuate altre sale ubicate in luoghi storici, di pregio o valore turistico situati nel territorio comunale.

Nello specifico si tratta della sala comunale posta sopra la volta dell’ingresso del castello di Montefabbri, il cui passato storico è legato ai Conti Paciotti, e del locale ubicato sopra la volta del castello di Colbordolo, paese natale di Giovanni Santi.

Il contesto dei questi sedi può garantire particolare prestigio e rappresentanza rispetto alla funzione pubblica che vi viene svolta, in quanto rimanda alla presenza storica di personaggi di spicco di un passato straordinario quali: Terenzio Mamiani, Giovanni Santi e Francesco Paciotti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2017 alle 10:39 sul giornale del 21 marzo 2017 - 1847 letture

In questo articolo si parla di attualità, matrimonio, comune, montefabbri, vallefoglia, Comune di Vallefoglia, vallefoglia pesaro, castello di Colbordolo, matrimoni Vallefoglia, sposarsi a vallefoglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHCd





logoEV