Esordio di Clarke in maglia Vuelle nella durissima sfida contro Reggio Emilia. Spiro Leka: "Ci serve il calore dei nostri tifosi"

Vuelle 18/03/2017 - Ancora un mezzogiorno di fuoco per la VL Consultinvest. Domani alle 12:00 i biancorossi scenderanno infatti in campo all’Adriatic Arena contro una Grissin Bon Reggio Emilia affamata di rivincita dopo l’amara sconfitta casalinga di un punto subìta contro Avellino.

E’ vero che i reggiani attraversano un momento davvero difficile, per dissapori interni alla squadra e problemi vari di carattere tecnico, ma la formazione di coach Menetti resta comunque un avversario sempre ostico da affrontare, per l’alto livello tecnico del suo roster, che naviga ancora in zona play-off nonostante le ultime poco convincenti prestazioni. Lo zoccolo duro dei reggiani resta sempre il gruppo dei “tricolori”, con Aradori, Polonara, Della Valle e Cervi che tengono saldamente in pugno il gioco di squadra, e che potrebbero diventare un ostacolo quasi insormontabile per i biancorossi se non verranno contrastati a tutto campo e sotto canestro con la necessaria cattiveria agonistica.

Max Menetti ha presentato così la sfida contro la Vuelle, che vedrà il rientro in squadra di Stefano Gentile e l’assenza di Jawad Williams: “Siamo tornati nel ritiro di Cesenatico ripartendo dal buon lavoro svolto la scorsa settimana ed approfittando della vicinanza logistica con Pesaro in vista dell’anticipo delle ore 12. Purtroppo abbiamo avuto il nostro organico al gran completo solo per poco più di 20 minuti a causa della distorsione alla caviglia di Jawad Williams. Ma ad una brutta notizia se ne aggiunge una positiva: ritroviamo infatti con piacere Stefano Gentile, un giocatore che aveva impattato in modo eccezionale in questa stagione e che ci è mancato sia in campo che fuori, facendo notare a tutti l’importanza della sua presenza nei nostri meccanismi di gioco. Sappiamo che per noi questo è un momento particolare, duro, che vogliamo superare compattando il gruppo e con la voglia di stare insieme. Proprio in questi momenti le parole rischiano di essere troppe: la realtà dei fatti è rappresentata dalla necessità di ottenere una vittoria a Pesaro. Abbiamo bisogno di fare una partita umile, di sostanza, alla ricerca di un blitz per ripartire dopo tre consecutive sconfitte”.

E veniamo adesso in casa Vuelle, dove ieri è stato presentato a pubblico e stampa il nuovo arrivato Rotnei Clarke, che esordirà in biancorosso proprio contro Reggio Emilia. Ecco le prime dichiarazioni del giocatore: "Sono molto contento di essere a Pesaro con la mia famiglia, grazie a tutti per avermi voluto. Non vedo l'ora di poter dare il mio contributo alla squadra, in un campionato d’alto livello come quello italiano. Io sono un tiratore da tre punti, ma sono in grado di contribuire al gioco di squadra anche in altri modi, e quindi di creare opportunità per i miei compagni, sia nei giochi perimetrali che in penetrazione a canestro. In sostanza, sono un play-guardia più che una combo- guard. Certo, con solo tre allenamenti prima dell'esordio non sarà facile ingranare subito, ma devo comunque trovare una strada per essere utile alla squadra in ogni modo possibile. Poi ci sarà tempo per migliorare intesa e amalgama, ma ora la cosa più importante è cercare di battere Reggio Emilia".

Coach Spiro Leka non si nasconde certo le grandi difficoltà della prossima sfida che attende i suoi, ma è apparso molto soddisfatto delle prime impressioni ricevute nel vedere sul campo Rotnei Clarke: "E' stata un'altra settimana movimentata, visto l'arrivo di Clarke. Il nostro nuovo giocatore mi ha dato subito una bellissima impressione dal punto di vista tecnico e umano, mi è sembrato sveglio e aperto, ha capito già quasi tutto del nostro gioco e mi è sembrato molto disponibile a lavorare duro per il collettivo. Siamo coscienti che la partita di domenica sarà durissima contro un avversario ferito e reduce da due settimane di ritiro. L'approccio alla partita sarà più importante di tutte le questioni tecniche e tattiche: queste cose vengono dopo, ora come ora. Clarke ha un gran tiro, ma dobbiamo capire subito come lui e i compagni possano lavorare insieme, e dobbiamo far fronte alle carenze attuali di intesa e conoscenza reciproca gettando in campo la voglia di non mollare mai per tutti i quaranta minuti di gara. Non so quanto potrà darci sin da domenica, ma so per certo che lui è un gran lavoratore, animato da enorme perseveranza e carica agonistica. Reggio gli opporrà una grande coppia di play difensori come De Nicolao e Needham, che di certo faranno di tutto per complicargli la vita. La nostra pericolosità nel tiro da fuori crescerà sicuramente con Clarke, ma conterà molto anche la buona circolazione di palla, che possa creare a tutti la possibilità di trovare buoni tiri aperti. I reggiani hanno un po' di problemi, ma stiamo parlando di questioni di lusso in zona play-off. Per noi è diverso, noi lottiamo per la sopravvivenza nella massima serie. Sarà fondamentale, mai come stavolta, il sostegno del nostro grande pubblico: avremo bisogno di un palasport caldo e appassionato, che possa sostenere la squadra anche nei momenti più difficili della sfida. Dobbiamo assolutamente vincere per restare avanti a Cremona in classifica. Se ho provato emozione per il mio esordio come allenatore della Vuelle? Non tanta a Varese. In casa vedremo che effetto mi farà”.

Tutta Pesarobasket, si augura dunque il coach, dovrà stringersi attorno alla sua squadra in questo momento davvero decisivo della stagione. Chissà che non sia la volta buona per finirla con l’assurda sceneggiata dello sciopero del tifo.





Questo è un articolo pubblicato il 18-03-2017 alle 08:24 sul giornale del 19 marzo 2017 - 1616 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHyT





logoEV