Arriva Sassari, altra prova del fuoco per la Vuellle. Bucchi: "Ci proveremo fino in fondo"

Bucchi, Vuelle 4' di lettura 25/02/2017 - Subito alla prova del fuoco la nuova VL Consultinvest, rinforzata con l’arrivo in biancorosso di Jeremy Hazell. Domani sera scenderà infatti sul parquet dell’Adriatic Arena un avversario davvero ostico e combattivo come la Dinamo Sassari, appena reduce dalla bella vittoria in Champion League contro la squadra ceca del Nymburk.

E’ vero che i bianco-blu potrebbero essere a corto d’ossigeno dopo ben quattro gare disputate in soli 5 giorni, leggi Final Eight di Legabasket e passaggio del turno in Champion, ma sperare nel fatto che i giocatori di coach Pasquini arrivino a Pesaro spremuti come limoni sarebbe davvero una grave leggerezza per la band di Piero Bucchi. Scendere in campo senza la necessaria cattiveria agonistica, senza quella concentrazione che è sempre fondamentale per approcciare le partite, potrebbe voler dire per i biancorossi ritrovarsi in brache di tela già nella prima metà di gara, col risultato di dover poi affrontare un finale tutto in tremenda salita contro la ben più potente avversaria.

Sarà comunque decisivo per questa rinnovata Vuelle riuscire a sfruttare al meglio le doti tecniche ed atletiche di Jeremy Hazell, in particolare costruendo per lui buoni tiri aperti dal perimetro con una lucida organizzazione dei giochi offensivi, ed anche spalleggiandolo al meglio in fase difensiva, visto che Jeremy sarà chiamato a marcare i più pericolosi esterni di Sassari. Da quanto si è visto finora negli scrimmage che Hazell ha fatto in maglia biancorossa, sembra proprio che la shooting guard newyorkese sia un giocatore molto determinato a battersi forte in difesa, oltre che avere una buona mano nel tiro dalla lunga: “Ho visto in lui una voglia matta di gettarsi subito nella mischia senza risparmio di energie” ha detto coach Bucchi “ E' chiaro che, essendo stato fermo quattro mesi, deve ancora ritrovare la migliore condizione fisica, ma per fortuna conosce bene il basket del campionato italiano, per cui non faticherà più di tanto ad inserirsi al meglio nei nostri giochi di squadra”.

La Dinamo Sassari possiede un organico completo e ottimamente attrezzato in tutti i settori, e si è ulteriormente rinforzata con l’acquisto della guardia-ala David Lighty, che si è già fatto apprezzare quest’anno con la maglia di Trento e che esordirà in bianco-blu proprio contro la Vuelle. E se si considera che nella finale di Coppa contro Milano la formazione sarda ha messo in mostra fra i migliori del roster, oltre al potente centro Lawal, anche tre ex-biancorossi tanto apprezzati dal pubblico pesarese come Trevor Lacey (15 punti segnati, con 3/6 nel tiro da tre), Tau Lydeka (9 punti e 9 rimbalzi) ed anche Rok Stipcevic, talentuoso playmaker e guardia tiratrice, non si potranno avere dubbi sul fatto che la band di Bucchi dovrà davvero superare se stessa per poter sperare di battere una simile avversaria.

“Sappiamo bene che contro Sassari sarà durissima” commenta Piero Bucchi presentando la prossima sfida che attende i suoi “perché loro sono in grande condizione di forma ed hanno trovato il giusto equilibrio di squadra dopo un inizio di stagione non facile. In più hanno aggiunto ad un roster già molto attrezzato una guardia di ottimo talento come Lighty, che rafforzerà ulteriormente il loro reparto esterni. Noi siamo però determinati a giocarcela col massimo dell'impegno, battendoci con determinazione in difesa e cercando di non perdere concentrazione e lucidità in fase offensiva per tutta la gara. Harrow e Jasaitis sono pienamente recuperati sul piano fisico, per cui avremo finalmente l'organico al completo e ci proveremo fino in fondo”.

Coach Pasquini non pensa però di avere già la vittoria in tasca contro Pesaro: “Per affrontare al meglio una squadra come la VL Consultinvest, che scenderà in campo molto motivata davanti al proprio pubblico, dovremo innanzi tutto recuperare in fretta la migliore forma fisica, dopo una settimana davvero tremenda che ci ha visto disputare ben quattro partite, tutte molto difficili, nell’arco di soli 5 giorni. Dovremo anche cercare di integrare fin da subito il nuovo arrivato Lighty nei nostri schemi di gioco, e soprattutto difendere forte sotto canestro contro i lunghi di Pesaro, che sono di sicuro fra i migliori del campionato. In particolare Jarrod Jones, che è quasi sempre la vera arma vincente dei biancorossi, dovrà essere sistematicamente raddoppiato in marcatura, specie nel pick-and-roll, ma anche ben chiuso come spazi sul perimetro, visto che possiede anche un ottimo tiro dalla distanza. Da David Lighty mi aspetto una bella prova d’orgoglio, come esordiente in maglia Dinamo, così come dagli ex-biancorossi che ora giocano nella nostra squadra, che vorranno sicuramente far bella figura davanti ai loro vecchi tifosi. Sarà comunque una partita molto difficile per noi, assolutamente da non sottovalutare”.

Non resta che sperare in una prova del tutto convincente di questa Vuelle, che serva anche per ricucire lo strappo che si è creato con i suoi tifosi. Basta scioperi del tifo e tribune vuote: biancorossi, gettate l'anima sul campo.






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2017 alle 02:41 sul giornale del 26 febbraio 2017 - 601 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro, bucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGO6