Settimana Rossiniana: le proposte di venerdì 24 febbraio

Tempietto Rossiniano, archivio Fondazione Rossini 3' di lettura 23/02/2017 - La Settimana Rossiniana procede e offre tante occasioni per avvicinarsi al genio di Rossini. Per venerdì in programma: la barba a Casa Rossini, una visita guidata alla casa natale e al Tempietto Rossiniano, una conversazione con Gianfranco Mariotti e la proiezione de La Cenerentola di Luca Ronconi per il ROF 2000.

Giorno dopo giorno, continuano le proposte della Settimana Rossiniana: tante occasioni interessanti per conoscere le opere di Rossini e avvicinarsi al suo genio immortale, capace di parlare anche a chi non ha la passione per la musica nel suo dna.

La giornata prende il via a Casa Rossini, ‘luogo simbolo’ della Settimana Rossiniana, alle 10.30, con la proposta ormai ben nota Questa barba benedetta la facciamo sì o no?. Fino alle 12.30, Figaro con i suoi strumenti del mestiere è a disposizione per chi vorrà sedersi, rilassarsi e farsi barba e/o capelli nello spazio allestito per questa piacevole sosta all’ingresso della casa; naturalmente tutto accade mentre si ascoltano le note del Barbiere di Siviglia. La barba a Casa Rossini si potrà fare tutte le mattine da venerdì 24 fino al 28 febbraio; ingresso con card Pesaro Cult; info 0721 387541.

Alle 16.30 parte una visita guidata per andare alla scoperta di Casa Rossini e del Tempietto Rossiniano. Forse non tutti sanno che quest’ultimo si trova all’interno di Palazzo Olivieri, sede del Conservatorio Rossini e della Fondazione Rossini. Nel tempietto sono custoditi, cimeli, manoscritti - tra cui il più antico autografo teatrale di Rossini- , l’intero corpus dei Péchés de Vieillesse, composizioni cameristiche che Rossini scrisse nell’ultima parte della vita, le numerosissime onorificenze che il compositore ricevette da sovrani e governi di tutto il mondo, lettere e immagini di Gioachino e dei suoi genitori. Insomma, un luogo pieno di incanto per ‘entrare’ nel mondo del Cigno. Ingresso con card Pesaro Cult, info 0721 387541.

Gli ultimi due appuntamenti della giornata sono dedicati a La Cenerentola, opera che nel 2017 celebra il bicentenario della prima rappresentazione (andò in scena al Teatro Valle di Roma il 25 gennaio 1817). Alle 18, la chiesa della Santissima Annunziata accoglie una conversazione con il Sovrintendente del ROF Gianfranco Mariotti, dal titolo ‘La Cenerentola di Luca Ronconi. Un maestro all’opera’. Mariotti racconterà la genesi di questo capolavoro; La Cenerentola e Il viaggio a Reims sono state le due opere più significative messe in scena al ROF da un maestro assoluto come Luca Ronconi che ha segnato la storia del Festival cui ha partecipato per ben 12 volte con 7 produzioni. L'ultima sua presenza a Pesaro risale al 2014 per la regia de L’Armida, pochi mesi prima della sua morte. Ingresso libero.

Illuminati dalle parole di Mariotti, alle 21 ci si sposta al Teatro Sperimentale (ingresso libero). Come preview dell’esecuzione dal vivo de La Cenerentola diretta da Alberto Zedda in programma martedì 28 febbraio al Teatro Rossini, ci sarà la proiezione de La Cenerentola messa in scena al ROF 2000 da Luca Ronconi. L’edizione 2000 è la ripresa della Cenerentola del ’98, spettacolo storico del Festival per cui Margherita Palli vinse il premio Abbiati (l’oscar della musica colta italiana) per le migliori scenografie. Super anche il cast, diretto da Carlo Rizzi, in cui figurano tra gli altri nomi grandissimi come Sonia Ganassi, Juan Diego Flórez, Bruno Praticò e Roberto De Candia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2017 alle 08:42 sul giornale del 24 febbraio 2017 - 1065 letture

In questo articolo si parla di attualità, fondazione rossini, Tempietto Rossiniano, Settimana Rossiniana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGJy