La grande passione per il circo della giovane pesarese Alissa Iacomucci

circense pesarese Alissa Iacomucci 2' di lettura 22/02/2017 - La grande passione di Alissa Iacomucci, giovane pesarese, trasuda da ogni ambito della sua vita, da quello affettivo a quello professionale legato al Circo Rolando Orfei, con cui viaggia per l’Italia (in questi giorni sono in Puglia) con gran entusiasmo e gioia, la gioia di chi si sente profondamente realizzato.

Alissa, 21 anni tra qualche giorno, lavora nell’ambito circense fin da molto giovane e sente la sua scelta come definitiva e giusta, condivisa e sostenuta dai genitori, da sempre: dopo la quinta elementare decise di spostarsi a Verona per frequentare l’Accademia d’Arte Circense in cui apprese ben presto il numero aereo (le fasce); successivamente, da un eccellente artista russo, imparò l’hula hoop (i cerchi). E già era cosciente del fascino del mondo circense e di volere trascorrere la sua vita nel circo.

Certezza confermata ancora oggi, dopo dieci anni di passione e di amore per il circo insieme a tanta fatica, impegno, dedizione, perché Alissa non appartiene ad una famiglia circense e questo è decisamente uno svantaggio per lei, anche se la famiglia l’ha sempre sostenuta. Infatti il padre, Giancarlo, è un campione nazionale di pizza al taglio, che ha accolto costantemente le sue scelte, senza vietarle nulla. La madre, Sanja, di origine serbo-croata, è una mamma speciale che l’ha sempre seguita.

Di lei devo dire innanzitutto che è bellissima, ma bellissima per davvero! Mamma si è sacrificata sempre tanto per me, per seguirmi, per raggiungermi quando ero lontana da Pesaro e da lei. - racconta Alissa - Si è separata da papà quando ero piccola, ma considero suo marito un secondo papà, anche lui è stato eccezionale. Con mamma ho un rapporto straordinario, è un’amica, è la migliore confidente. Mi ha sempre sostenuta, persino nei momenti più delicati e difficili. Ricordo che mi diceva di non pensare ad altro se non al fatto che sarebbe arrivato il momento in cui mi sarei sentita realizzata: ora quel momento è arrivato! Infatti lavoro da circa un anno al Circo Rolando Orfei dove ho percepito subito che piacevo al pubblico. Questo mi riempiva enormemente di gioia, perciò tremavo tanto di emozione! Qui ho conosciuto tante persone e tanti amici perciò, per socializzare con loro che provengono da nazioni diverse, ho imparato in modo molto spontaneo le lingue dal Bulgaro al Croato, dal Russo all’Inglese. Ed ho incontrato anche l’amore, quello vero. Sono fidanzata con Carlos Bryan, artista messicano, che lavora nel circo con me. Lui e la sua famiglia Martinez Sanchez hanno portato dal Messico una spettacolare attrattiva che sbarca per la prima volta in Italia e la seconda in Europa: il Gorilla elettrocomandato alto ben otto metri. Ma dovete venire al circo per saperne di più…








Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2017 alle 18:30 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 7877 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, articolo, Marta Fossa, circense, giovane pesarese, Alissa Iacomucci, Circo Rolando Orfei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGIS





logoEV